Doppio Malto di Erba
Obiettivo cento locali
nel Regno Unito

L’azienda nata in Brianza cresce ancora e punta sempre di più ai mercati esteri. Porcu, Ceo di Foodbrand: «Ce l’abbiamo fatta, nonostante la Brexit e l’emergenza pandemia»

Doppio Malto di Erba Obiettivo cento locali nel Regno Unito
Il bancone del nuovo locale a Glasgow

Continua la crescita di Doppio Malto, marchio Made in Erba, con 26 birrifici in tutta Italia e uno a Saint-Étienne. Dopo la Francia, la scelta è quella di puntare anche sul Regno Unito con una nuovissima apertura - ha debuttato il 13 agosto - nel cuore di Glasgow, la più grande città della Scozia e la quarta più grande del Regno Unito.

Una città famosa nel mondo più per il suo whisky che per la birra, conosciuta per i suoi ristoranti informali e per essere considerata una delle città più amichevoli del mondo.

Quest’ultimo sembra essere un motivo più che valido per aprire un nuovo locale con una superficie di circa 750 metri quadrati, 180 coperti, 15 birre artigianali differenti e un menù ricco di cucina italiana adatta ai gusti d’oltremanica.

Il target

Il “posto felice” (a happy place), come testimonia la scritta a led luminosa affissa all’interno del locale, lo si può trovare a George Square, nel centro della scozzesissima Glasgow. Ora l’ambizione di Doppio Malto è quella di aprire 100 ristoranti in tutto il Regno Unito, seguendo il modello della rapida crescita sul territorio italiano messo in campo negli ultimi anni.

«Ci presentiamo come un posto felice, a happy place, autenticamente italiano ma anche innovativo: portiamo con noi quel saper fare in tema di accoglienza per il quale il nostro paese è riconosciuto nel mondo - commenta Giovanni Porcu, Ceo di Foodbrand, proprietario del marchio Doppio Malto - Allo stesso tempo siamo diversi dal tipico ristorante italiano: l’italianità è nella scelta dei prodotti del nostro territorio, nelle preparazioni e, soprattutto, nella passione con cui facciamo la nostra birra artigianale. Quella di portare birra italiana agli scozzesi era una scommessa ardita e stava per diventare impossibile dopo la Brexit e con una pandemia imprevedibile in corso. L’abbiamo vinta grazie ad una squadra eccezionale e appassionata, distribuita tra l’Italia e la Scozia, alla quale va tutta la mia riconoscenza».

Ogni ristorante Doppio Malto è a tutti gli effetti un posto felice, dove gustare una birra in compagnia degli amici, ma anche ritrovarsi per celebrare i momenti importanti, chiacchierare, giocare al biliardo o perché no tirare a freccette.

La rete

Oltre a Como (recente l’apertura in piazza San Fedele) e provincia Doppio Malto è presente in Italia a Milano, Torino, Bologna, Trieste, Cagliari, Palermo, Roma, Udine, Olbia, solo per citarne alcuni. L’estate di Doppio Malto punta ancora una volta sulla qualità e l’autenticità della ristorazione italiana e della birra artigianale Oltremanica, precisamente a Glasgow. Turisti italiani, stranieri e ovviamente scozzesi potranno scegliere tra diverse propote culinarie o diverse tipologie di birre artigianali. Non mancheranno quindici diversi tipi di birre della casa per accompagnare piatti di pasta fresca, un must have della cucina italiana, hamburger, pizza e una vasta scelta di carne alla brace.

Dopo Glasgow Doppio Malto ha in programma una nuova apertura a Newcastle, città universitaria sul fiume Tyne, nel nord-est dell’Inghilterra, entro la fine dell’anno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

True