Edilizia sotto di 400 aziende

«Ma possiamo reagire»

Intervista di fine anno del presidente Ance Luca Guffanti. Oggi resistono solo le riqualificazioni

Edilizia sotto di 400 aziende «Ma possiamo reagire»

Negli ultimi dodici mesi le aziende sono calate ancora di altre 400 nel comparto dell’edilizia. Ma Luca Guffanti, presidente dell’Ance, vuole mantenere uno sguardo positivo: grazie alle riqualificazioni che tengono duro e a Milano e Svizzera che guardano a Como. Passando anche per il dna dell’imprenditoria locale che tiene duro.

Oggi - spiega Guffanti - il 70% del mercato edilizio passa dalle ristrutturazioni: «Il nuovo ancora è fermo, anche perché con le norme energetiche all'avanguardia ha costi ritenuti troppo onerosi. Gli operai sono 4. contro i 7.200 di sei anni fa. Ma qualcosa si muove sul fronte del credito, rileva l'Ance. E anche le nuove infrastrutture dovrebbero contribuire a rendere Como più appetibile: realtà che già attira i milanesi e l’emigrazione poi attratta dalla Svizzera: la speranza che è si respiri una svolta a partire dalla seconda metà del 2015.

L’INTERVISTA COMPLETA SUL GIORNALE DI OGGI

© RIPRODUZIONE RISERVATA

True