«I nostri tessuti  dalle plastiche  raccolte in mare»
Un tessuto realizzato con il filato in poliestere recuperato

«I nostri tessuti

dalle plastiche

raccolte in mare»

Il progetto del gruppo Clerici Tessuto di Como frutto di un accordo con gli americani di Parley. «La pandemia ha accelerato una moda più green»

Il percorso di virtualizzazione della filiera tessile comasca porta sotto i riflettori un altro importante passo nella sostenibilità.

Parley for the Oceans, l’organizzazione leader nel settore ambientale che si occupa della salvaguardia degli oceani entra nell’orbita del Gruppo Clerici Tessuto con un importante accordo dall’anima green: fornirà in esclusiva all’azienda lariana filati di poliestere eco-innovativi Grs (Global Recycle Standard) ricavati dai rifiuti di plastica marina raccolti sulle spiagge, isole e comunità costiere.

L’organizzazione americana ha già siglato accordi con protagonisti privati e istituzionali in settori diversi come Adidas, AmericanExpress, la Banca Mondiale, il British Council, star dello spettacolo e dello sport.

Il cambiamento

«La pandemia ha accelerato il cambiamento di valori nella business community indicando in modo ancora più chiaro in che direzione il sistema moda/lusso deve evolvere per proteggere l’ambiente, il pianeta, la natura - dichiara Alessandro Tessuto, presidente del colosso tessile lariano - Questa sfida coincide con la nostra propensione all’innovazione, allo sviluppo di processi che tengano conto dei continui eco-feedback dei clienti».

«Noi spesso vediamo l’industria della moda come un riflesso della società, questo è da intendersi come il nuovo lusso. Clerici Tessuto vanta una storia e un expertise di quasi un secolo, governa una catena di valore completa e serve i principali top brand.Questa alleanza rafforza la missione di Parley di terminare la “Toxic Age” e promuovere una “Rivoluzione dei materiali” su scala globale. Insieme invitiamo i consumatori ad aiutarci a creare un futuro migliore per le prossime generazioni unendosi al movimento di creatività, collaborazione ed eco-innovazione» dichiara Cyrill Gutsch, fondatore e ceo di Parley. La missione di quest’ultima è ben sintetizzata nella citazione di Paul Watson, ambientalista canadese, fondatore e presidente di Sea Shepherd Conservation Society: «Se gli oceani muoiono, moriranno anche gli esseri umani»,

Nuove prospettive

Stefano Bernasconi, ceo del Gruppo di Grandate aggiunge: «Siamo lieti di collaborare con Parley, condividendo valori simili sulla protezione dei nostri ecosistemi e contribuendo a salvare il nostro pianeta per chi verrà dopo di noi sia con il comportamento quotidiano che con i nostri prodotti. Clerici Tessuto è in grado di produrre tessuti di altissima qualità unendo una profonda conoscenza del settore a prodotti che ogni stagione creano un ingaggio emotivo, a una catena del valore sostenibile. Parley è un movimento straordinario in grado di progettare e realizzare iniziative incentrate sul cambiamento della prospettiva e della mentalità dei consumatori. Con questo accordo Clerici Tessuto trasformerà i filati Parley GRS in tessuti di grande autenticità e riconoscibilità dedicati ai migliori marchi mondiali sia per il beachwear si per l’abbigliamento. Lavorare insieme consente alle due realtà di contribuire ai cambiamenti richiesti dal mondo del fashion, accelerando una transizione verso un’economia circolare in uno scenario come l’attuale in cui bisogna concentrare tutte le energie sul vento del cambiamento».


© RIPRODUZIONE RISERVATA