Il verde di Como torna a Expo  E lo sognano a Dubai
Pironi e Peverelli all’incontro a Villa del Grumello

Il verde di Como torna a Expo

E lo sognano a Dubai

Fiori e orti sempre più verticali: a Villa del Grumello un incontro che sospinge il settore verso il futuro

A Expo il verde verticale di Como è stato un elemento chiave di successo. Lo ha gridato anche il Bosco verticale, il grattacielo più bello del mondo (certificato da tanto di premio internazionale).

Ma l’avventura non è finita: casomai cominciata. Andrea Pironi e Cesare Peverelli - delle rispettive aziende di Vertemate e Fino Mornasco - hanno raccontato e svelato particolari inediti della missione vinta a Expo. Come pure sottolineato: questo è un filone di sviluppo per il settore e l’economia. Tra l’altro, si tornerà di fatto sul sito Expo con la Triennale da fine maggio.

E lo sguardo vola a Dubai, dove sognano le pareti verdi verticali create dal Lario: i n programma ce n’è una da 6mila metri quadrati. Ma un po’ dappertutto, perché questo è l’avvenire, come ha ricordato durante la sua visita a Rho Michelle Obama.

Emozioni e certezze, ricordi e progetti si sono intrecciati nella serata a Villa del Grumello. Ed è stato possibile rivivere la sfida verde dell’Esposizione universale nei padiglioni più apprezzati. Scartando delle piante, preferendone altre (chi l’avrebbe detto che le biete o il cavolo nero avrebbero salvato egregiamente la situazione?), portando avanti la loro esperienza già maturata con una convinzione: «Se uno deve venire a Expo, in qualsiasi momento, deve trovare tutto a posto» è stata la promessa, mantenuta, di Cesare Peverelli. Con una precisazione ulteriore: «Ci siamo mossi con molto anticipo. Come con il grattacielo di Stefano Boeri, due anni e mezzo prima di quando furono realizzati i lavori della struttura».

Il futuro è questo? Ne era convinto Giorgio Peverelli, compianta guida dell’azienda di Fino, scomparso poco prima che si concludesse l’altra grande scommessa, quella di Expo appunto.

E che scommessa. «Per il Giardino verticale di Israele - ha affermato Andrea Pironi - abbiamo fornito più di 200mila piante e per la prima volta si è riscontrata la maturazione del riso in verticale nel mondo».

Attenzione poi alle nuove figure professionali: come i giardinieri volanti.

OGGI UNA PAGINA SUL GIORNALE

GUARDA IL VIDEO


© RIPRODUZIONE RISERVATA