In bici con i turisti  La startup  dei tour sul lago di Como
Lo staff della startup BikEmotion che ha sede a Lurate Caccivio

In bici con i turisti

La startup

dei tour sul lago di Como

Il focus di BikEmotion sono gli itinerari sul territorio. Paesaggi, cultura ed enogastronomia

Dal lavoro in un’azienda tessile alle due ruote. Un’avventura che si può riassumere così quella di Giovanni Di Gristina che si è concretizzata nella nascita della startup BikEmotion che oggi ha sede a Lurate Caccivio. La passione scoperta per la bicicletta si è trasformata in un lavoro e in una mission che Di Gristina con il suo team si è prefisso: promuovere il territorio di Como e dintorni da una prospettiva nuova, quella della sella, e contribuire a farlo conoscere e amare ai turisti.

Il percorso

«Tutto è nato quando un amico, anni fa, mi invitò a fare un giro in bici nei boschi – racconta – Fino a quel momento ero salito poche volte in sella, ma è bastata quell’uscita per appassionarmi non solo della bicicletta, ma della possibilità di scoprire grazie a questo mezzo il nostro territorio. Con il passare del tempo ho iniziato a chiedermi se questa passione potesse diventare qualcosa di più e trasformarsi magari in un lavoro. Così, quasi due anni fa, ho fondato BikEmotion e al mio fianco adesso opera una squadra di professionisti. Ho seguito alcuni corsi specifici sulla bicicletta: meccanica, tracciatura Gps, primo soccorso, promozione e progettualità del cicloturismo, guida di mtb. Tutto ciò con l’obiettivo di guidare le persone a conoscere il nostro meraviglioso lago, ma anche i parchi e i numerosi itinerari che si sviluppano a pochi passi dalle nostre case».

Ecosostenibile

Una proposta di turismo ecosostenibile quella che Di Gristina vuole offrire con BikEmotion che si fonda su valori come il rispetto dell’ambiente e della natura, la cultura dello sport, abbinando a questi anche esperienze culturali ed enogastronomiche.

«Offriamo diverse opportunità adatte a single, famiglie con bambini, gruppi, amanti dello sport o semplici appassionati. Abbiamo per lo più a disposizione e-bike che quindi agevolano la pedalata – prosegue – Si può scegliere tra escursioni per scoprire il paesaggio del Lago di Como e dintorni che prevedono diversi gradi di difficoltà. Oltre ai mezzi mettiamo a disposizione una guida del team che si occuperà di fornire servizio di accompagnamento, informazione e assistenza tecnica durante l’intero percorso. Si potranno poi richiedere anche tour personalizzati per vivere un’esperienza su misura. Inoltre collaboriamo con enti pubblici e associazioni per lo sviluppo di iniziative di promozione del territorio e della vita all’aria aperta».

Un’impresa che ha visto la luce in un anno complesso come quello caratterizzato dall’emergenza sanitaria che ha condizionato in modo talvolta drammatico la sopravvivenza di tante piccole realtà. BikEmotion ha però superato la sfida e il suo fondatore oggi guarda con fiducia all’imminente futuro.

«In questi mesi abbiamo investito per potenziare la nostra flotta, con nuove biciclette, e lavorato per nuovi progetti tra cui la valorizzazione di percorsi tematici affiancando all’uscita sulle due ruote un’esperienza culinaria ad esempio, sempre mirata a valorizzare il territorio - conclude - In un momento come quello attuale, in cui la possibilità di spostarsi fuori confine è ancora limitata, il turismo di prossimità assume un ruolo strategico: i nostri itinerari consentono di scoprire angoli e spazi poco frequentati dal turismo di massa senza andare troppo lontano. Vogliamo che questa esperienza diventi un’occasione per fare turismo “dietro casa”, raggiungendo luoghi meravigliosi a pochi chilometri di distanza».


© RIPRODUZIONE RISERVATA