Mercoledì 14 Maggio 2014

La Svizzera cerca ingegneri

E non respinge gli stranieri

Il confine tra Como e la Svizzera

L’Unione svizzera degli studi Consulenti di ingegneria (Usic) ha rimarcato come il settore svizzero dell’ingegneria e della pianificazione nella costruzione abbia bisogno almeno di 800 specialisti stranieri all’anno. Se si estendono le necessità a tutto il personale qualificato, la cifra necessaria sale addirittura a 4mila professionisti.

Alla base l’analisi che nei prossimi cinque anni questo comparto continuerà a crescere in modo estremamente marcato. E il 20% del personale richiesto non sarà svizzero.

Di qui l’invito dell’Usic, rivolto al Consiglio federale e al Parlamento, a soppesare attentamente i bisogni di questo settore, anche nelle misure che dovranno applicare il risultato del referendum dello scorso febbraio, l’iniziativa popolare dell’Udc contro l’immigrazione di massa.

Nelle regioni di confine - compreso il Ticino - i professionisti stranieri costituiscono anche il 40%, viene sottolineato dall’Unione, e se ne ha continuo bisogno.

© riproduzione riservata