Venerdì 20 Settembre 2013

Mercato immobiliare

«Dietro la crisi, la ripresa»

Case a Como, dalla Fiaip nessuna buona notizia, il mercato edile non accenna a dare segnali di ripresa

Almeno sull’usato, «i prezzi sono scesi più del 30%» rispetto al periodo pre-crisi. In quattro anni, dunque, le quotazioni degli immobili in provincia di Como si sono ridotte d’un terzo, con un calo dal 2009 a oggi che – a detta del presidente della sezione lariana della Federazione Italiana Agenti Immobiliari Professionali, Eugenio Bianchi - «ha riportato i valori in gioco non troppo distanti da quelli in vigore con la lira».

I dati sono allarmanti

La crisi, insomma, attanaglia il settore delle compravendite immobiliari, con un calo nel corso del secondo semestre 2012 «che supera il 40%» a dare la dimensione di un settore in netta difficoltà.

Se il vecchio piange, il nuovo non sorride di certo. «Gli immobili costruiti recentemente, in classe A o B, danno modo di contrattare, benché la domanda sia assolutamente inferiore all’offerta esistente».

I numeri sciorinati ieri pomeriggio dalla stessa Fiaip nell’ambito della presentazione dell’Osservatorio immobiliare della città di Como e della provincia, del resto, raccontano di un mercato in stallo.

© riproduzione riservata