Mercato immobiliare  sul lago di Como  Spagnolo investe a Menaggio
Sara Cilia, professionista del settore immobiliare

Mercato immobiliare

sul lago di Como

Spagnolo investe a Menaggio

L’analisi di Sara Cilia, professionista nel Real Estate. L’ultimo affare: a uno investitore iberico l’ex caserma della Finanza a Menaggio

Nonostante il Covid, è vivo il mercato immobiliare residenziale sul lago di Como.

«Nell’attuale incertezza, utilizzare i propri risparmi per comprar casa è ritenuto un investimento più sicuro e redditizio di altri - spiega Sara Cilia, proprietaria di due società, Holiday Property Solutions Management e The Lake Como Villa Real Estate - la pandemia ha modificato i criteri di ricerca: chi non può permettersi una villa a lago, vista anche la limitata disponibilità sul mercato, privilegia immobili in zone particolarmente soleggiate e montuose, alla ricerca di un maggior contatto con la natura».

Cilia, nata in Argentina ma di origini italiane, nel 2006 si è trasferita a Menaggio dove ha aperto un’agenzia di Property Management e affitti case vacanze che si prende cura e mette a reddito gli immobili dei clienti nei mesi in cui non vengono utilizzati. Attualmente il portfolio comprende 380 immobili tra ville ed appartamenti.

All’asta

La Holiday Property Solutions offre inoltre ai clienti servizi di Building Project Management, dalla ristrutturazione completa a lavori minori, oltre a occuparsi della compravendita di prestigiose magioni. Nel 2020, anno drammatico per il turismo lariano, ha concluso tre mega vendite: Villa Savoja a Moltrasio, Villa Lina a Laglio e la ex caserma della Guardia di Finanza a Menaggio.

«In quest’ultimo caso si è trattato di un’asta demaniale, che ha avuto luogo l’11 settembre 2020 a Milano alla quale diversi nostri clienti hanno deciso di partecipare - spiega Sara Cilia - Sono pervenute 12 offerte, in gara non c’erano solo privati, ma anche investitori immobiliari e società operanti nel settore turistico-ricettivo. Il complesso, situato all’ingresso di Menaggio, si trovava in totale stato di abbandono, ma molti l’avevano adocchiato per la posizione privilegiata. L’aggiudicatario, un personaggio spagnolo che opera nelle telecomunicazioni, ha vinto con un’ offerta di 2 milioni 888 mila 888 euro. Dopo aver trascorso per due anni le vacanze estive in Villa Capuana a Fiumelatte, da noi venduta anni fa e attualmente affittata settimanalmente a famiglie straniere, ha deciso di cercare la casa dei suoi sogni. Entusiasta dell’acquisto, si è trasferito a Menaggio per seguire personalmente i complessi lavori di restauro del bene».

The Lake Como Villa ha messo a segno anche la cessione di Villa Lina a una famiglia inglese che ha sborsato 11 milioni e mezzo. La trattativa è stata condotta con la stimata professionista Monica Arnaboldi. «Villa Savoja - svela Cilia - è stata invece venduta per 9 milioni di euro a degli olandesi innamorati del lago di Como. Per anni hanno alloggiato in una delle dimore a lago da noi gestite, quando hanno trovato quello che cercavano, non se lo sono lasciato scappare. In questo caso, la vendita è stata possibile grazie alla collaborazione dell’architetto Fabio Bianchi».

Le previsioni

Ma come andrà il mercato nel 2021? «Rimane alto l’interesse per il primo bacino e il centro lago, compresi Varenna, Bellagio e la Tremezzina - fa sapere la professionista - oltre ai clienti che dispongono di grandi budget, cresce il target nella fascia di prezzo compresa tra gli 800 mila e 1 milione di euro, e tra 250mila e 500.000 mila euro. Basti pensare a Menaggio, dove una palazzina nel centro storico, da noi ristrutturata, ha visto l’operazione chiudersi in meno di 8 mesi, questa volta anche con italiani, con la vendita di 4 appartamenti su 5».


© RIPRODUZIONE RISERVATA