Venerdì 30 Maggio 2014

Novedrate, Caimi Export

Pagati i primi stipendi

La sede della Caimi Export di Novedrate, buone notizie per i lavoratori

Una mensilità pendente, marzo, è stata pagata in queste ore. L’altroieri, mercoledì, nel giorno dell’incontro fra l’azienda e i sindacati, la Caimi Export ha chiamato i 31 lavoratori in azienda, sulla strada provinciale Novedratese, per distribuire gli assegni.

Solo che i lavoratori, e anche i sindacati, si aspettavano il pagamento di tutti gli arretrati: anche il mese di aprile. Un aspetto che anche la Fiom Cgil intende chiarire direttamente con la proprietà.

La novità principale, sul piano sindacale, è l’allungamento dei termini della cassa integrazione ordinaria, a carico non dello Stato ma, come sottoscritto dalla proprietà, dell’azienda.

I lavoratori della ditta metalmeccanica che produce serramenti per il legno arredo fino al 5 luglio saranno coperti dalla cassa. Il 28 di giugno, come comunicano sempre i sindacati, potrebbe esserci la nomina del commissario per la procedura di concordato preventivo. La Caimi Export sta stendendo il piano per proporre ai creditori la propria offerta, per pagare una parte dei debiti ed evitare in questo modo il fallimento. Intanto, in affitto di ramo d’azienda, alla Caimi Export è subentrata la Caimi srl. Con un passaggio iniziale da 52 a 21 lavoratori.

© riproduzione riservata