Occupazione , anche a Como  il Jobs Act non basta più
Proteste a Como per la difesa del lavoro e per chiedere più occupazione

Occupazione , anche a Como

il Jobs Act non basta più

Secondo i dati Inps, stipulati 1.544 contratti, meno della metà del 2015. Colpa anche del taglio della decontribuzione

Era la prova più attesa, che ora sta dando conferme ai dubbi sulla tenuta del jobs act. In provincia di Como nei primi sette mesi del 2016, secondo dati Inps elaborati dall’ufficio studi della Cisl, le richieste all’Inps di assunzione con contratto a tutele crescenti (quindi non necessariamente le assunzioni effettuate) sono stato 1.544, «meno della metà rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso, in una tendenza che osserviamo su scala regionale e nazionale. È la crisi del sistema industriale che, così com’è, non riesce più ad assorbire occupazione. Un sistema che va rimesso in moto con investimento e diffusione della contrattazione di secondo livello legata alla produttività»,ha detto il segretario della Cisl dei Laghi Gerardo Larghi.

L’articolo completo e approfondimenti su La Provincia in edicola martedì 30 agosto

© RIPRODUZIONE RISERVATA