Pierre-Louis Mascia  La prima volta  alle sfilate milanesi
La nuova collezione di Pierre-Louis Mascia

Pierre-Louis Mascia

La prima volta

alle sfilate milanesi

Il brand del Gruppo comasco Achille Pinto tra i protagonisti alla prossima Fashion Week. «Occasione per la visibilità internazionale del progetto»

La nuova collezione Autunno Inverno 2021/2022 di Pierre-Louis Mascia, marchio che fa capo al Gruppo Achille Pinto, sfilerà per la prima volta (online) alla prossima Milano Fashion Week, in programma dal 23 febbraio all’1 marzo.

Il debutto consacra il successo del brand nato nel 2007 dalla felice collaborazione tra il noto designer/illustratore francese e l’azienda comasca, eccellenza del distretto serico con oltre ottant’anni di storia: dalla tessitura alla stampa fino alla confezione dei prodotti finiti, i processi produttivi - tutti caratterizzati da una qualità elevatissima - si svolgono attraverso una filiera interamente Made in Italy.

La collezione

La collezione sarà presentata con un video girato a Tolosa, città dove Mascia risiede e lavora. La musica originale che fa da colonna sonora è stata creata da Yves Rechsteiner, Art Director del Festival “Toulouse les orgues”.

Le immagini propongono una gallery di personaggi testimonial dello stile raffinato e multiculturale che da sempre caratterizza i capi e gli accessori del marchio. La scelta della location, l’interno dell’ Eglise Du Gésù, non è affatto casuale: l’architettura e le preziose vetrate istoriate della chiesa fanno da reference alle stampe signature dei look per il prossimo autunno-inverno.

Il tema della collezione si sviluppa attorno al concetto di sapere e saper fare: la qualità del progetto è il risultato della sinergia tra teoria e pratica in una vera sapienza del fare bene le cose, un’estetica che non prescinde mai dall’etica, una sostenibilità pragmatica.

Valori declinati in una serie di capi facili da indossare all’insegna di un comfort contemporaneo: il trench di nylon reversibile stampato fronte e retro, il cappotto in lana pancake, il bomber in seta imbottita, le camicie oversize con piping in seta e velluto.

La palette parte da una attenta osservazione dei colori sintetizzati in un naturale moodboard cromatico.

Fil rouge della proposta fantasie e colori che impreziosiscono la migliore seta italiana e nylon superleggeri e waterproof.

«Siamo stati invitati dalla Camera della Moda a partecipare alla Milano Fashion Week, visti i risultati finora ottenuti e vista la qualità del video prodotto per l’ evento. Abbiamo colto con soddisfazione l’opportunità offerta da Camera Moda: la nostra presenza nel calendario ufficiale, accanto alle più prestigiose case di moda italiane, ci consentirà di migliorare efficacemente l’autorevolezza e la visibilità internazionale del progetto Pierre Louis Mascia dopo un percorso pieno di soddisfazioni» dichiara Giampiero Cozzi, responsabile commerciale del brand che nel 2020, anno segnato pesantemente dalla pandemia, ha messo a segno un +5% rispetto all’anno precedente.

La digitalizzazione

Cozzi tiene inoltre ad evidenziare che il video, segna un ulteriore passo nella digitalizzazione del marchio. «Un processo - spiega - intrapreso la scorsa stagione e implementato nel 2020 con lo showroom virtuale che si affianca alla vendita tradizionale negli showroom direzionali di Milano, Parigi, Monaco, New York e Tokyo».


© RIPRODUZIONE RISERVATA