Salone del Mobile in Cina  «Vendite in salita del 40%»
Il Salone del Mobile (nella foto il presidente Roberto Snaidero) fa la prima tappa in Cina

Salone del Mobile in Cina

«Vendite in salita del 40%»

Presentato l’evento in programma l’anno prossimo: «Quest’anno già 270 milioni di vendite». A Como Dragone settimo partner e sale velocemente

La Cina va pazza per i mobili italiani. E FederlegnoArredo va ad accontentarla in casa,

Ieri è stato infatti presentato il Salone che si svolgerà il prossimo novembre a Shanghai. Dove anche la Brianza farà la sua parte.

Le vendite di mobili italiani sono cresciute del 9% nei primi mesi del 2015. Ma saliranno fino al 40%, nel giro di quattro anni. Dati emersi ieri al lancio ufficiale dell’evento firmato dalla Federazione guidata da Roberto Snaidero, con la partnership strategica di BolognaFiere. La prima edizione si svolgerà dal 19 al 21 novembre 2016 allo Shanghai Exhibition Center, una cornice molto prestigiosa e 4mila metri quadrati a disposizione delle aziende italiane. Che hanno già fatto furore nel 2015: la stima dell’export in Cina è di 270 milioni.

L’Italia è primo partner, ritagliandosi un 15% sulla quota totale dell’import cinese (1.537 milioni di euro). Il primato è indiscusso in particolare in imbottiti, camere da letto e illuminazione decorativa: in forte crescita pure le cucine.

Se si guardano ai dati della provincia di Como, ci sono quelli della Camera di commercio ancora relativi al 2014, ma in ogni caso interessante. Il Dragone è infatti al settimo posto, ma ha riportato un incremento in notevole. Nel giro di due anni si è passati da un export di mobili dal valore di 22 milioni a una quota di quasi 33 milioni. Nel 2013 il salto è stato del 20%, nel 2014 del 47% rispetto a due anni prima.

TUTTI I DATI E ALTRI DETTAGLI SUL GIORNALE DI OGGI


© RIPRODUZIONE RISERVATA