Scuola con il lavoro. Primi diplomati al Setificio di Como

Formazione Concluso il percorso di apprendistato per quattro studenti dell’Isis Paolo Carcanodi Como. Quasi sempre alla fine la proposta di assunzione

Scuola con il lavoro. Primi diplomati al Setificio di Como
Un giovane apprendista in una falegnameria

Si sono diplomati all’Isis Paolo Carcano i primi quattro studenti, una ragazza e tre ragazzi, che hanno seguito il percorso duale: alle ore di studio hanno alternato l’apprendistato di primo livello nelle aziende Saati, Lorma e Creazioni Digitali.

Una formula con rende complementare lo studio con il lavoro durante la formazione con l’obiettivo di contrastare la dispersione scolastica e agevolare un concreto inserimento lavorativo degli studenti in azienda. I dati dicono che attraverso I’apprendistato duale al 90% degli studenti, dopo il diploma, viene proposto di entrare nelle imprese dove hanno svolto la loro esperienza di lavoro; circa il 50% di loro sceglie comunque di proseguire gli studi.

Il progetto

Il progetto ha visto la partnership tra Ali, azienda che si occupa della somministrazione, ricerca e selezione e politiche attive del Iavoro sul territorio della provincia di Como, e l’Isis Paolo Carcano Setificio.

Il 22 settembre, alla presenza di autorità istituzionali, rappresentanti del mondo della scuola e delle imprese, si svolgerà alle 17, al Museo della Seta di Como, la cerimonia di premiazione degli studenti che hanno conseguito in luglio il diploma nella modalità dell’apprendistato di I livello.

Marco Battaglini, responsabile della filiale di Erba di Ali, ha spiegato: «Uno stretto dialogo tra formazione e lavoro è la strada giusta, sia per le aziende che per gli alunni, per costruire profili professionali vicini alle esigenze del mondo del lavoro. L’azienda, seguendo la formazione della risorsa nel proprio contesto, ha modo di accompagnare e far crescere professionalmente gli studenti mettendogli a disposizione strumenti e processi di Iavoro tecnologicamente avanzati».

Il dirigente scolastico Roberto Peverelli da subito ha appoggiato il progetto: «considero l’esperienza lavorativa un valore aggiunto per gli studenti rispetto a un percorso didattico tradizionale e una importante opportunità di stimolo e di confronto tra i ragazzi. Il coinvolgimento dell’Isis Paolo Carcano in questo progetto introduce nell’istituto dibattito e riflessioni in primis nel corpo docente, e già di per sé questo è positivo, inoltre l’attitudine a verificare e rimettere in discussione il lavoro fatto arricchisce l’idea di “come si fa scuola” e rappresenta un momento di crescita per l’istituzione formativa nel suo complesso».

Il bilancio

Michela Meda, responsabile Ufficio Stile di Lorma, converter tessile attivo nell’abbigIiamento di alta moda, ha aggiunto: «attraverso l’apprendistato duale vogliamo dare spazio ai giovani, accompagnandoli passo per passo nel mondo-azienda; se al termine del percorso scolastico l’esperienza dovesse trasformarsi in una assunzione a tempo indeterminato abbiamo la certezza che i ragazzi posseggono le competenze che le imprese richiedono».

Infine Anna della Bosca, la prima studentessa del Setificio che è stata coinvolta nel progetto, ha commentato: «poter vedere le dinamiche, i ritmi e i concetti attuati in azienda mi ha avvicinata alla realtà del lavoro. Oggi mi sento più competente e ho consolidato quanto appreso durante il percorso didattico». M. Gis.

© RIPRODUZIONE RISERVATA