Sicurezza personale  con lo smartphone  Progetto comasco
Si chiama Protezione 24 Persona, la app di Samsung e Sicuritalia

Sicurezza personale

con lo smartphone

Progetto comasco

Una app di Sicuritalia con Samsung. In caso di pericolo basta un touch per dare l’allarme: «Così più serenità in particolare a donne e anziani»

La sicurezza personale diventa sempre più tecnologica. In ogni situazione di pericolo o di emergenza, con il proprio smartphone, da oggi è possibile far partire subito un segnale di allarme, una richiesta di aiuto, che in un istante arriva alla centrale operativa di un operatore specializzato. Per un intervento di soccorso che scatta in pochi secondi.

Dispositivi di soccorso

Samsung e Sicuritalia, storica azienda comasca da 60 anni specializzata in servizi di sicurezza, hanno sviluppato e realizzato un’apposita app, Protezione24 Persona, con cui tutti i telefoni della Casa coreana possono trasformarsi in dispositivi per la richiesta di soccorso. In caso di aggressione, furto, rapina, per un malore o un incidente stradale, che può riguardare anche altre persone, e in ogni altra situazione di emergenza, attraverso la app è possibile inviare un segnale di allarme che arriva direttamente alla centrale operativa di Sicuritalia, attiva 24 ore su 24, 365 giorni l’anno.

La richiesta di soccorso parte in maniera semplice e veloce, scuotendo il telefono fino a far comparire la schermata rossa di allarme inviato, oppure digitando un tasto preimpostato, o anche con la caduta dello smartphone a terra. E, con il permesso dell’utente, la centrale di controllo di Sicuritalia riceverà anche la localizzazione Gps della sua posizione, e la registrazione audio e video di ciò che sta accadendo.

«Come cittadino, e in qualità di imprenditore di Sicuritalia, considero la sicurezza come bisogno primario della nostra società» ha rimarcato Lorenzo Manca, presidente e amministratore delegato del Gruppo Sicuritalia, alla presentazione della app Protezione24 Persona, che si è svolta al Samsung District di Milano: «per questo ho voluto portare avanti insieme con Samsung una partnership strategica, sfociata in un progetto che va proprio nella direzione di garantire una sempre maggiore sicurezza e serenità alle persone, e in particolare alle donne, agli anziani e ai giovanissimi».

È possibile scaricare l’App dalla funzione Play Store dei telefoni Samsung, e il servizio, per i primi mesi dal lancio riservato in anteprima esclusiva ai clienti della Casa Hi-Tech coreana, e che poi sarà reso disponibile anche per gli altri operatori del settore, è a pagamento (costo di listino pari a 14,99 euro al mese). Ma Samsung, che in Italia conta circa 12 milioni di clienti, ha già nei piani speciali promozioni per questa nuova funzione.

Il legame con il territorio

«A partire dal concetto di sicurezza digitale, che riguarda tutti i dispositivi tecnologici che usiamo ogni giorno, abbiamo voluto guardare in senso più ampio alla sicurezza delle persone: da qui nasce il progetto sviluppato in collaborazione con Sicuritalia, che ha l’obiettivo di rendere più sicura la vita quotidiana di tutti, su tutto il territorio nazionale» rileva Carlo Barlocco, presidente di Samsung Electronics Italia.

La multinazionale coreana, oltre a questa nuova partnership, con il territorio lariano ha un legame speciale, consolidato, con un’azienda top del territorio come Technoit, distributore sul mercato italiano, guidata da Egidio Tagliabue (presente all’evento di ieri).

Un mercato sempre più importante, dato che l’Italia è il terzo Paese al mondo per la penetrazione degli smartphone in rapporto alla popolazione.


© RIPRODUZIONE RISERVATA