Erba: panchine, aiuole e illuminazione
Ecco la nuova piazza Mercato

Spuntano i dissuasori per impedire l’accesso alle auto. Cantiere in autunno, opera conclusa entro fine 2021

Erba: panchine, aiuole e illuminazione Ecco la nuova piazza Mercato
Portici sistemati, panchine, fioriere, illuminazioni e dissuasori nella nuova piazza Mercato

Ecco il futuro di piazza del Mercato. La giunta ha approvato il progetto di riqualificazione dell’arredo urbano: sono previste panchine e piante sempreverdi da collocare sulla parte rialzata. Non mancheranno dissuasori amovibili per delimitare l’area pedonale, nuovi cestini della spazzatura e la sistemazione del pavimento. Quindici banchi degli ambulanti andranno spostati altrove. Il progetto - firmato dall’architetto Paola Caglio del Comune di Erba - segue quello di riqualificazione dei portici, già appaltato e pronto a partire in autunno. Anche l’intervento sull’arredo urbano partirà dopo l’estate per concludersi entro la fine dell’anno: il costo è 51.512 euro, paga Regione Lombardia con i fondi stanziati per il distretto del commercio. In piazza verranno realizzate nuove sedute nella zona antistante i portici. Si pensa a sei elementi di diversa dimensione ma della stessa tipologia da collocare sul perimetro esterno della parte rialzata in corrispondenza dei corpi illuminanti. Le sedute saranno composte da lamelle in legno, su gambe in acciaio verniciato. Le tre sedute centrali saranno arricchite da fioriere rialzate, che funzioneranno da schienale e ospiteranno piante sempreverdi. «Le fioriere alte - scrive l’architetto Caglio - ottimizzano l’utilizzo della piazza, in quanto consentono di posizionare del verde urbano ombreggiante di facile posa ma anche di facile manutenzione nel corso del tempo, costituendo solo parzialmente un ostacolo visivo ai portici. Esse vanno a delimitare ancor meglio e valorizzare la forma della piazza esistente, così come le diverse forme e lunghezze delle sedute proposte». Completano il quadro quattro cestini portarifiuti, la sistemazione dei masselli sul pavimento. Verranno infine posati alcuni dissuasori amovibili per ostacolare fisicamente l’accesso delle automobili: il divieto di sosta esiste già, ma spesso viene ignorato.«Il progetto - commenta l’assessore ai lavori pubblici Francesco Vanetti - è il completamento di un percorso partito con la pedonalizzazione della piazza e verrà attuato di pari passo alla riqualificazione dei portici. L’arredo darà meglio l’idea di una piazza pedonale , un luogo di socialità ed incontro».

(Luca Meneghel)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

True