Erba: Rivolta lascia   (mezzo) assessorato  «Troppi impegni»
Il sindaco Veronica Airoldi e, a destra, il senatore Erica Rivolta che ricopre l’incarico di vice: il rapporto tra le due continua a essere di grande stima reciproca

Erba: Rivolta lascia

(mezzo) assessorato

«Troppi impegni»

Mini rimpasto di Giunta di deleghe a causa dei molteplici incarichi romani del vice sindaco. «Ho tenuto duro durante l’emergenza, adesso si può cambiare»

Erica Rivolta lascia le deleghe a commercio e turismo, affari generali, legalità e trasparenza, società partecipate; nelle prossime settimane il sindaco Veronica Airoldi redistribuirà i compiti fra gli altri assessori. «Troppi impegni a Roma - spiega la senatrice Rivolta - non posso seguire tutto con la dovuta attenzione. Mi concentro su istruzione e servizi sociali, temi che dipendono molto dalle scelte del governo».

L’annuncio è arrivato ieri con una conferenza stampa convocata dal gruppo della Lega in municipio. «Da quando nel 2018 sono stata eletta in Senato - ha spiegato Rivolta - ho dovuto dividermi tra Palazzo Madama a Roma e Palazzo Majnoni a Erba. Gli impegni sono cresciuti, attualmente sono vicepresidente della commissione bilancio del Senato, sono nella commissione parlamentare per le questioni regionali e nella commissione d’inchiesta sul sistema bancario e finanziario».

L’ipotesi di lasciare parte delle deleghe è maturata mesi fa, d’accordo con il sindaco e i colleghi di partito, ma poi è arrivato il Covid-19. «Abbiamo aspettato che passasse l’emergenza - dice Rivolta - anche perché sono stata impegnata in prima linea sul fronte sociale. Ora i tempi sono maturi. Terrò le politiche sociali e giovanili, oltre all’istruzione: sono temi che dipendono molto dalle decisioni prese a Roma. Lascio al sindaco tutto il resto e la ringrazio per la fiducia e il lavoro che stiamo facendo».

L’articolo completo su La Provincia di martedì 28 luglio


© RIPRODUZIONE RISERVATA