Lurago,Lambrugo,San Siro,Montemezzo

Valanga di preferenze ai sindaci promossi

Federico Bassani vince con il 66,27%, Giuseppe Costanzo con il 73,48, Gianluigi Spreafico con il 67,74, ma il più votato in provincia di Como è Claudio Raveglia con il 93,47%

Lurago,Lambrugo,San Siro,Montemezzo Valanga di preferenze ai sindaci promossi
Il riconfermato Federico Bassani, quarto da sinistra) pronto a stappare la bottiglia con gli altri componenti della lista Progetto Lurago
(Foto di Stefano Bartesaghi)

Bene, bravo, bis. Quasi tutti i sindaci che si sono ricandidati hanno ottenuto i voti per affrontare un nuovo mandato con la fascia tricolore. Mozzate, Lurago d’Erba, Laglio, Lambrugo, San Siro e Montemezzo ne sono la conferma. A Lurago, Comune con 4.376 elettori, Federico Bassani ha posto un argine all’avanzata del centrodestra avendo battuto Massimiliano Galli di Lega, Forza Italia e Fratelli d’Italia che per la prima volta rappresentava la coalizione unita in tutti i suoi principali partiti. Non è bastato, perché Galli ha raccolto 852 preferenze e il 33,72% dei voti nella sfida a due con Federico Bassani e Progetto Lurago che hanno quasi doppiato lo sfidante con 1.674 consensi pari al 66,27%. Un successo netto, maturato con la partecipazione del 58,79% degli aventi diritto al voto: 2.573 su 4.376 che hanno invalidato 47 schede.

«L’elettorato non ha guardato ai colori politici ma ai valori delle persone in campo. Sapevamo di avere fatto molto e questo risultato - ha detto Bassani - ci sprona a fare ancora di più». Galli si è subito congratulato con l’amico sindaco: «Spiace che abbiano votato così in pochi. Non è un bel segnale per la democrazia».

LAMBRUGO - L’assalto al Palazzo è stato respinto con perdite e la rivincita di cinque anni fa si è praticamente conclusa dopo lo spoglio delle prime schede. Giuseppe Costanzo sindaco uscente di Lambrugo è stato promosso a pieni voti con il 73,48% frutti di 981 voti. Il suo Progetto per Lambrugo può continuare perché Vasco Maria Dossena di Lambrugo per tutti non è andato oltre le 354 preferenze (26,51%). Una vittoria che assume un certo valore se si considera che a Lambrugo è stato registrato l’unico aumento di votanti tra i comuni della provincia di Como che hanno rinnovato sindaci e consigli comunali.

Ha infatti votato il 66,60% degli aventi diritto, ovvero 1.350 elettori su 2.027 iscritti. Cinque anni fa i votanti sono stati il 64,18%. «Abbiamo lavorato ogni giorno per il paese e i nostri concittadini ci hanno premiato in una misura davvero molto larga nei numeri» è il commento del vincitore Costanzo. Dossena si è congratulato con il sindaco e ha confermato l’impegno all’opposizione.

SAN SIRO - Eccolo il sindaco più votato della provincia di Como. Con il suo 93,47% dei voti Claudio Raveglia è stato confermato primo cittadino di San Siro. Per la civica Libertà è Partecipazione 917 preferenze che hanno tenuto a grandissima distanza il tentativo di Tatiana Lorenzini della civica Energia e forza per San Siro.

La corsa della candidata si è fermata dopo 64 voti (6,52) che tuttavia assicurano una rappresentanza di tre esponenti in consiglio comunale. A San Siro hanno votato in 1.024 su 1.976 elettori (51,82%). Cinque anni ha si era recato al seggio il 57,62% del corpo elettorale.

MONTEMEZZO - Nel Comune più piccolo della provincia di Como che ha rinnovato i consigli comunali - 310 gli aventi diritto al voto - non hanno avuto dubbi nel confermare sulla poltrona di sindaco Gianluigi Spreafico. Per lui e la civica Uniti per Montemezzo 92 voti e il 67,64% dei consensi. Doppiato lo sfidante Guido Spelzini della civica Siamo Montemezzo che si è fermato a 44 preferenze e al 32,35% dei voti.

Pochissimi alle urne: 143 su 310, il 46,12%. Solo a Cassina Rizzardi (45,01%), Carugo (42,32%) e Sorico (28,94%) si è votato di meno. Per fortuna c’erano due candidati, altrimenti Montemezzo ingrosserebbe le fila dei Comuni che attendono il commissario dopo avere fallito il raggiungimento del quorum.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

True