Tagliati gli alberi dei bambini: «Un errore, pronto a rimediare»

Montorfano Il vice sindaco Limonta dopo la distrazione dell’addetto al taglio nel prato di via Como

Tagliati gli alberi dei bambini: «Un errore, pronto a rimediare»
I saliti e gli ontani piantumati dai ragazzi delle scuole e tagliati per errore dal Comune

«Bisogna solo rimediare. Le mie scuse vanno ai bambini della scuola primaria di Montorfano che avevano provveduto a piantare gli alberi». Non usa giri di parole il vicesindaco, Luca Limonta, sulla vicenda degli alberi piantumanti nel 2018 dai bambini della scuola primaria nel prato di via Como e falciati nei giorni scorsi da chi si occupa del taglio dell’erba. Era stato tagliato il prato comunale, che si trova tra via Como e le sponde del Lago di Montorfano, ed erano state abbattute le dieci piante, posate dai bambini nel 2018 in occasione della Festa dell’albero.

Ha dell’incredibile, ma è davvero successo a Montorfano. Una questione denunciata dallo storico ambientalista e volontario dell’associazione montorfanese “L’Ontano”, Cristian Civati. L’addetto incaricato al taglio ha abbattuto tutto. Il campo di proprietà comunale scende da via Como verso le sponde del lago del paese. All’interno il Comune ha posato la casetta del bookcrossing, strumento utile agli amanti della lettura, dove si possono lasciare libri e prelevarne altri. Un angolo immerso tra cultura e natura, che però ha dimenticato quest’ultima, andando ad abbattere le piante posate poco meno di quattro anni fa.

Limonta condanna l’accaduto, annuncia verifiche, ma soprattutto assicura che il Comune riparerà il danno e fornirà nuove piante: «Innanzitutto sono meravigliato per quanto accaduto, il terreno è di proprietà comunale e l’erba viene tagliata più volte all’anno da un’azienda agricola: comunque fino a oggi e cioè da quando ci sono le piante, da più di tre anni, non era mai successo nulla; evidentemente chi ha eseguito lo sfalcio dell’erba era distratto, diciamo un po’ troppo distratto – commenta il vicesindaco - Appena sarà possibile, ovviamente per ovvi motivi di stagionalità, il Comune si farà carico di mettere a dimora delle nuove piante che sceglieremo insieme a Civati».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

{# #}