Sabato 27 Febbraio 2010

Da Como via internet
un "giro" di pedofili

COMO - Partiva da Como il giro su internet dei pedofili. Lo gestiva un quasi quarantenne che con il suo computer nell'appartamento di via Borgo Vico riforniva tutta Italia. E' stato denunciato assieme ad altri 60 pedofili - due sono stati anche arrestati - grazie a una maxi inchiesta della polizia postale di Reggio Calabria che, con l'aiuto della polizia postale di Como, è riuscita a intercettare e bloccare il vasto giro on line di immagini a luci rosse con vittime bimbi e ragazzini. Lui su internet si faceva chiamare "simon40": navigava, scambiava file, adescava e chattava con ragazzini. E' stato smascherato da un agente di polizia "travestito" da internauta tredicenne. Risaliti a lui, gli agenti hanno sequestrato nel suo appartamento in via Borgo Vico il computer con oltre cento file.

m.schiani

© riproduzione riservata