Sabato 27 Febbraio 2010

Finito il blackout: da oggi
si torna a vedere il lago

COMO - Il nuovo progetto delle paratie (quello che prevede l'addio definitivo al muro e la sua sostituzione con le barre di alluminio) di fatto allungherà i tempi. Nella perizia di variante (a pagina 13 per la precisione) vengono infatti descritti i nuovi tempi di esecuzione. L'azienda Sacaim aveva vinto la gara offrendosi di realizzare il progetto (quello originario, con il muro, anche se più basso) in 1085 giorni.In pratica tre anni di cantiere che avrebbe quindi dovuto concludersi completamente (da Sant'Agostino ai giardini a lago) nel gennaio del 2011. Ma non sarà così.
«Il cronopogramma - si legge - allegato alla presente perizia, contempla un numero di giorni pari a 411 per eseguire i lavori». La seconda fase (da Sant'Agostino a piazza Cavour) sarà più lunga e da un anno circa passa a un anno e mezzo mentre un anno ci vorrà anche in piazza Cavour. In pratica ci vorranno per i prossimi due lotti due anni e due mesi a cui vanno aggiunti i mesi mancanti per il primo lotto (data di completamento prevista per l'inizio di agosto). Questo vuol dire che si può ipotizzare che i lavori, salvo stravolgimenti, non si concluderanno prima dell'estate - autunno del 2012. La prossima stagione estiva sarà la terza con il tratto da piazza Cavour ai giardini a lago coperto da una palizzata.
Da oggi però si tornerà a vedere il lago, poiché in giornata verranno tagliati i restanti 19 metri di muro. Per quanto riguarda, invece, il trasporto al centro di raccolta autorizzato dei blocchi di cemento tagliati, le operazioni si dovrebbero concludere entro martedì. Poi i lavori proseguiranno a ritmo ridotto per una spesa massima di 600mila euro (è quanto consente il bilancio, visto che quello del 2010 non è ancora stato approvato). Su tutta la palizzata, nel frattempo, sono comparse enormi scritte rosse di protesta con «vergogna».

m.schiani

© riproduzione riservata