Lunedì 01 Marzo 2010

Iscrizioni, tutti i guai dei licei
Aule piene e troppe incognite

COMO Iscrizioni alle scuole superiori: sono scattate tre giorni fa, ma il «Ciceri» ancora non sa se potrà attivare il liceo musicale. Un autentico paradosso, che ha costretto il preside dell'istituto a convocare una riunione con i genitori degli alunni interessati al nuovo indirizzo, per spiegare loro come comportarsi in attesa di notizie certe dal ministero. Nel frattempo, i consigli d'istituto delle varie scuole stanno deliberando i criteri di priorità per l'ammissione alle classi prime, in modo da poter stilare una graduatoria nel caso in cui il numero di domande dovesse superare la capienza massima. È già tempo di verdetti, invece, per elementari e medie (le iscrizioni in questo caso si sono chiuse sabato scorso): il comprensivo Como Lora registra un autentico boom di richieste, ad esempio, per le sezioni di prima elementare in cui è previsto l'insegnamento di alcune materie in inglese. I soliti ben informati assicurano che è ormai certo il sì del ministero dell'Istruzione alla nascita del liceo musicale al «Ciceri» (le ex Magistrali), ma il preside Nicola D'Antonio spiega: «Non abbiamo ancora ricevuto indicazioni ufficiali, potrebbero arrivare nelle prossime ore e speriamo che sia davvero così. Nell'attesa, ho convocato i genitori per il 6 marzo e mi auguro di poter dare loro in quell'occasione informazioni certe. In caso contrario, sarò costretto a chiedere di indicare sul modulo anche un altro indirizzo, una seconda scelta oltre al musicale». La telenovela, insomma, continua. E procede di pari passo con quella sul nome del nuovo provveditore: atteso da mesi, il dirigente destinato a sostituire il reggente Claudio Merletti non ha ancora un volto. Tutto chiaro, invece, sul fronte dei criteri di precedenza che ogni scuola superiore è tenuta a stabilire per gestire al meglio un'eventuale surplus di domande. I singoli consigli d'istituto hanno deciso e al «Giovio», per esempio, i criteri saranno: iscrizione effettuata entro i termini di legge; ripetenti provenienti dall'istituto; studenti con familiari che frequentano o hanno frequentato il Giovio; alunni con valutazioni migliori in alcune materie (matematica, italiano, lingua straniera).
Quanto agli istituti comprensivi, che hanno già chiuso le iscrizioni, le curiosità non mancano. Il corso che prevede l'insegnamento di alcune materie in inglese fin dalla prima elementare (geografia, arte, scienze e motoria), introdotto a Como Lora, si è rivelato un successo: «Le richieste ci consentirebbero di formare addirittura tre sezioni, ma credo che ci limiteremo a due, suddivise tra Lora e Lipomo - spiega la preside Leonarda Spagnolo - Siamo felici che questa assoluta novità sia stata apprezzata dalle famiglie». Numeri altissimi anche alla media «Foscolo» di via Borgovico: «Come noto, abbiamo scelto il numero chiuso - dice la dirigente Graziella Cotta - e siamo stati costretti a rifiutare una decina di alunni che avrebbero voluto frequentare l'indirizzo musicale». Indirizzo, quest'ultimo, presente alla «Parini» di via Gramsci che, però, dovrebbe accontentarsi di una sola sezione. Nessun problema, infine, per la prima elementare di Civiglio, spesso “a rischio” in passato per carenza di studenti: la classe verrà attivata, visto che sono arrivate 17 domande.
Michele Sada

a.cavalcanti

© riproduzione riservata