Mercoledì 03 Marzo 2010

Mini casinò a Villa Erba
Il ministro ci scommette

Giochi elettronici e apparecchiature “videolottery” (una versione evoluta delle slot machines) per dare ossigeno al Casinò di Campione e rilanciare al contempo Villa Erba. Come? Creando alcune sale con le innovative macchinette mangiasoldi all'interno del polo fieristico cernobbiese, che ospiterebbe una sorta di dependance della casa da gioco. L'idea è del senatore lariano Alessio Butti (Pdl) che, come già riportato da La Provincia, aveva lanciato la proposta nel corso del convegno sul turismo andato in scena due sere fa a Villa Olmo. Nelle ore successive, lo stesso Butti ha svelato ulteriori dettagli sul progetto, che certamente farà discutere: «Il Casinò di Campione è in crisi, al pari di tutte le altre case da gioco, per la concorrenza di Internet e delle macchinette da bar - ricorda - Una situazione aggravata dalla crisi economica. Si impone, quindi, un rilancio della struttura, che peraltro non distribuisce più i proventi ai soci pubblici. Bisogna ripartire proprio dal brand del Casinò, conosciuto a livello internazionale, per creare una nuova iniziativa che incentivi il turismo e porti introiti. E l'idea è quella di una sorta di gemmazione della casa da gioco, che troverebbe sede a Villa Erba, altra struttura che necessita di un nuovo ruolo». Lo stesso ministro del Turismo si è detto interessato, le ricadute anche in termini di indotto e di posti di lavoro sarebbero significative».

p.berra

© riproduzione riservata