Venerdì 12 Marzo 2010

Scuola e trasporto:
disagi per lo sciopero

COMO Sarà una giornata di disagi, quella di oggi (venerdì), a causa dello sciopero generale di quattro ore proclamato dalla segreteria confederale Cgil e che in città interesserà il comparto della scuola ma anche il trasporto pubblico locale. Nel dettaglio, il Comune non potrà garantire tutti i servizi scolastici, in particolare per quanto riguarda il pre-scuola e il dopo-scuola e l'assistenza alla refezione. Una nota dell'ufficio stampa di Palazzo Cernezzi fa sapere che non sarà garantito il prescuola nella primaria di via Venti Settembre, l'assistenza alla refezione alle classi seconde della primaria di Tavernola, il doposcuola nella primaria di Tavernola, l'assistenza alla refezione alle due classi quinte della primaria di via Montelungo e il doposcuola ai bambini sempre della primaria di via Montelungo che frequentano le classi terza quarta e quinta. Chiuse invece la mensa della primaria di Prestino e le mense delle scuole dell'infanzia di via Palma, di via Volta, di via Zezio e di Prestino. Questo per quanto riguarda il personale comunale, ma per alcune scuole c'è il rischio di chiusura nel caso in cui allo sciopero aderiscano anche gli insegnanti. Problemi inoltre potrebbero verificarsi per il servizio di raccolta rifiuti. In caso di astensione dal lavoro del personale addetto, la raccolta del sacco nero verrà recuperata lunedì 15 marzo, e la raccolta del sacco viola venerdì 19. Sul fronte dei trasporti i tempi e i modi dello sciopero sono diversi a seconda del settore: i battelli della flotta della Navigazione laghi sono a rischio al mattino dalle 9 alle 13, i treni delle Ferrovie dello stato al pomeriggio dalle 14 alle 18, i bus di Asf autolinee la sera dalle 19.30 alle 23.30, la funicolare Como-Brunate dalle 19.30 al termine del servizio e i treni delle Ferrovie Nord Milano la sera dalle 20 alle 24.

f.angelini

© riproduzione riservata