Mercoledì 17 Marzo 2010

Buche nelle strade:
per ora solo rattoppi

COMO Per adesso stanno mettendo le toppe, ma lo sanno anche loro che sono rattoppi e non soluzioni. Il sistema riempi la buca con un po' di bitume ha regalato ai comaschi strade gruviera.  «L'unica cosa che abbiamo potuto fare ora - riconosce l'assessore Stefano Molinari - è mandare gli operai ad aggiustarle. Sono rattoppi, lo so, ma almeno quelli li dobbiamo fare. Così copriamo le voragini, quelle pericolose». Centodieci buche in soli sette vie. Ma i tratti da sistemare sono molti di più. «Ne abbiamo individuate venti - spiega l'assessore -. Le abbiamo divise per interventi. Allora: alcune le riasfalteremo daccapo, altre dovranno accontentarsi dei rattoppi, altre ancora le aggiusteremo alla tedesca, e quindi non limitandoci a riempire il solco, ma sostituendo tutto il quadrato d'asfalto che sta intorno».
L'elenco tra gli altri, comprende, le tre maglie nere, Napoleona, Oltrecolle e Varesina. Aseguire: piazza del popolo, rotonda di Lazzago, via Prato Pasquè, via Italia Libera, via Giulio Cesare, via per Cernobbio, via Scalabrini, via Manzoni, Sant'Agostino. «Allora, il piano è questo qui - enuncia Molinari -. Io ho detto ai miei uomini facciamo un piano. A bilancio ho 830mila euro. Facciamo un elenco delle vie con le buche e quanto costa sistemarle. Il problema è che se per la Napoleona servono 2milioni di euro, allora le altre 19 vie saltano e sistemiamo solo una parte della Napoleona. Via Prato Pasquè, per esempio è piccolissima ma va davvero sistemata. Però se i soldi non ci sono, bisogna lasciarla indietro».

f.angelini

© riproduzione riservata