Venerdì 07 Maggio 2010

Ciakkare: ultimi giorni
per mandare i video

COMO Ultimi giorni per «Ciakkare». Lunedì scade il termine per inviare i video girati con il telefonino al concorso promosso dall'Ufficio scolastico provinciale e dal quotidiano «La Provincia», con la collaborazione della Consulta degli studenti, della Cooperativa Arca e di Cantiani marketing & comunicazione. I filmati vanno caricati sul sito www.laprovinciadicomo.it entro la mezzanotte di lunedì. Basta cliccare sul banner «Ciakkare. Usa il cellulare con la testa» in homepage e seguire le istruzioni. Sempre online si trova anche il regolamento completo del concorso. Da martedì 11 a giovedì 27 maggio tutti potranno votare i video online, assegnando a ciascuno da mezza a cinque stelle. Sia per inviare i video che per votarli è necessario registrarsi al sito, al solo fine di garantire la serietà del concorso. Venerdì 28 maggio alle 9.30 premiazione all'Uci Cinemas di Montano Lucino. In palio gadget tecnologici (telefonini, computer portatili, videocamere, ecc), abbonamenti a Uci Cinemas e a «La Provincia» per un valore complessivo di oltre quattromila euro. Oltre al premio del pubblico, c'è anche quello assegnato dalla giuria critica, che permetterà a tre studenti di effettuare degli stage presso studi di produzione di audiovisivi. Al video più giornalistico andrà, infine, il premio speciale del quotidiano «La Provincia», una videocamera digitale. Possono partecipare sia i singoli studenti che le classi, in due sezioni diverse con premi dedicati, inviando un video della durata massima di tre minuti, su uno dei seguenti temi: «Como tu mi vedi», la città vista dai giovani; «Scuola a tutto rock», video di band e cantanti solisti delle scuole; «No droga! No alcol!», le buone pratiche per prevenire le dipendenze. La partecipazione è aperta a tutti gli studenti delle scuole superiori e dei Centri di formazione professionale della Provincia di Como.
La seconda edizione di «Ciakkare» ha più che raddoppiato il risultato delle prima: lo dimostra il centinaio di video finora arriva dalle scuole e già pubblicati online.

f.angelini

© riproduzione riservata