Domenica 27 Giugno 2010

Palazzo Cernezzi dimentica
700mila euro per il S.Anna

COMO Prima il taglio drastico dell'importo, poi la sparizione (o meglio la non comparsa) nel bilancio approvato nei mesi scorsi a Palazzo Cernezzi. Protagonisti di una querelle che ha interessato negli ultimi giorni i piani alti del Comune, i 700mila euro che l'amministrazione deve versare alla Provincia come contributo per la viabilità del nuovo ospedale Sant'Anna. Andando con ordine l'accordo di programma sottoscritto nel 2003 prevedeva l'impegno anche finanziario per gli interventi viabilistici che avrebbe realizzato Villa Saporiti. Il contributo fu stimato in un milione e 200mila euro. Lo scorso mese di febbraio, però, Palazzo Cernezzi ha dimezzato la cifra. In pratica su un milione e 200mila euro promessi, Palazzo Cernezzi ha deciso di versarne all'Ente di via Borgovico 700mila. I 500mila euro mancanti sono stati recuperati dalla Provincia attraverso l'accensione di mutui e il caso era finito anche sul tavolo della giunta di Villa Saporiti che aveva modificato appositamente il bilancio dopo la decisione del sindaco Stefano Bruni e dell'assessore alla Viabilità Stefano Molinari. Lo stesso Molinari aveva chiarito il motivo del taglio drastico: «Il Comune aveva un'intesa con la Provincia e Bruni aveva promesso 1.2 milioni di euro in relazione a una serie di lavori che, con il passare del tempo sono stati modificati. Una parte, e mi riferisco al viadotto, è venuta meno e per questo abbiamo deciso di ridurre anche noi il contributo. Non c'è stata una presa di posizione per motivi strani o per la mancanza di soldi, ma semplicemente perché essendoci meno lavori da fare, anche la nostra partecipazione va ridimensionata».
E poi? Poi deve essere successo qualcosa tra gli uffici comunali con la mancanza di comunicazione. A quanto pare, infatti, i 700mila euro sono stati dimenticati e non inseriti nel bilancio comunale.Questo vuol dire che il Comune non potrà - almeno fino all'autunno quando si dovrà fare un'apposita maxi variazione di bilancio - pagare la cifra alla Provincia. La somma non compare in nessuna voce del documento finanziario del Comune e la tensione degli ultimi giorni tra i dirigenti dei diversi settori coinvolti sembra essere massima. Una figuraccia, comunque, con Villa Saporiti.

p.moretti

© riproduzione riservata