Giovedì 01 Luglio 2010

Crisi, sempre più frontalieri
nelle liste di mobilità

COMO Sempre più comaschi in mobilità. L'allarme lo lancia la Cgil, sulla base dei dati resi noti dalla Commissione Regionale per le Politiche Attive del Lavoro. Nel mese di giugno i disoccupati della provincia di Como erano complessivamente 1856, ovvero oltre il 6% in più rispetto lo stesso mese dello scorso anno.
«Per la nostra Provincia – dichiara Franco Santambrogio, della segreteria della Cgil di Como - a giugno sono stati messi in lista di mobilità 120 lavoratori, mentre sono stati messi in lista altri 92 lavoratori e 8 frontalieri».
Nei primi  6 mesi del 2010 sono aumentati soprattutto i frontalieri, con un incremento del 48,1% ai primi sei mesi del 2009.
«Siamo in una situazione negativa, certo non imprevista: anche le grandi aziende stanno licenziando dopo aver finito, come temevano, gli ammortizzatori a disposizione - commentano i sindacati - La crisi sta colpendo poi in maniera crescente i frontalieri: questo è un dato che ci preoccupa».

p.moretti

© riproduzione riservata