Martedì 20 Luglio 2010

Mengoni, Mika, Cupo
il loro sosia è comasco

COMO - Entra in banca e tutti iniziano a darsi le gomitate. Il dorso di una mano a coprirsi la bocca e nell'orecchio dell'amico la frase: "Guarda, quello lì è Mengoni". "Quello lì" si guarda in giro, vede la scena ripetuta tra i gridolini, avanza verso lo sportello seguito dagli sguardi della gente e intanto di domanda: "Ma cosa vogliono da me?".
Quando si presenta davanti al bancario scopre il segreto. "Scusi, ma è lei?", gli chiede quello. "Sono io chi, scusi?", risponde lui. "Il cantante di X Factor Marco Mengoni", incalza l'impiegato della banca. "Ma no, mi spiace, non sono io". Fine del fremito di massa. Lui è Guido Taroni, pronipote di Luchino Visconti, testimonial della Tod's, fotografo di moda, ma non abbastanza famoso per creare scompiglio in banca. Il bancario incassa la delusione e fa segno a tutti i clienti: "Non è lui". E i clienti si ricompongono. Guido ride: "Mi succede di continuo. Con Mengoni è una cosa imbarazzante. Ovunque vada c'è qualcuno che mi chiede se sono io". E dire che i due non si somigliano tanto. Non foss'altro per i capelli, ricci quelli di Guido, a spazzola quelli del cantante. Ma, niente, succede di continuo che qualcuno lo fermi ed esclami: "Mengoni, suppongo". E lui a dire "no, no, mi spiace". "Succede che mi scambino anche con Mika", dice Guido. E in effetti con il cantante libanese ribattezzato il nuovo Freddie Mercury la somiglianza è spaventosa. Stessi lineamenti, stessi ricci, stessi denti. Solo che di Mika sono più famose le canzoni che il suo volto. Perciò vince sempre Mengoni. Ma, ironia della sorte, Guido ha anche un terzo sosia. "Mi scambiano anche per Antonio Cupo, l'attore di Barbarossa e Rivaombrosa". he in questo caso stessi capelli e lineamenti simili. "Io però, se devo scegliere, vorrei cantare con Mika, quello si che mi piacerebbe". Se si incontrassero per strada sarebbe come se si guardassero allo specchio.
Anna Savini

c.colmegna

© riproduzione riservata