Mercoledì 21 Luglio 2010

Rifiuti tossici nell'ospedale
Verifiche al via al Sant'Anna

COMO La procura ha affidato al Sant'Anna, all'Asl, all'Arpa e ai vigili del fuoco il compito di effettuare gli accertamenti sul terreno del nuovo ospedale per verificare «la possibile presenza» di sostanze tossiche, sotterrate dai mezzi della Perego Strade. Per evitare di procedere a una serie di scavi a casaccio alla caccia dei veleni che - sulla scorta degli atti raccolti dalla procura di Como e acquisiti anche dalla Dda di Milano - si troverebbero nell'area ospedaliera la procura ha consigliato al pool di enti pubblici incaricati degli accertamenti di coordinarsi con gli uomini della polizia stradale, gli stessi che negli ultimi giorni sono tornati a sentire a verbale i camionisti e i dipendenti della Perego Strade, con la speranza di ottenere da loro un'indicazione più precisa dei luoghi dove si troverebbero i finti inerti.
L'intenzione degli inquirenti è quella di realizzare una sorta di mappa dei punti dove andare a scavare.
L'Asl e l'Azienda ospedaliera Sant'Anna, ieri, hanno inviato una nota sulla vicenda annunciando, già nella giornata di oggi, la riunione di un «tavolo tecnico costituito da Sant'Anna, Asl, Arpa e vigili del fuoco. Lo scopo immediato dell'incontro - si legge - è quello di delineare e condividere un percorso di lavoro, in grado di rispondere il prima possibile al quesito posto» dalla procura, ovvero l'effettiva presenza di rifiuti tossici nell'area del nuovo ospedale.

p.moretti

© riproduzione riservata