Lunedì 26 Luglio 2010

Con la canoa da Como a Venezia
Nuova impresa di due assessi

ASSO Dall'acqua dolce del lago a quella salata dell'Adriatico. Davide Valsecchi e ed Enzo Santambrogio, dopo il loro ultimo viaggio in Africa, dove hanno navigato il Tanganika, il più grande lago africano, si imbarcano in una nuova avventura targata Lario: "Flaghéé 2", le bandiere del lago da piazza Cavour di Como arriveranno in piazza san Marco a Venezia. La partenza proprio oggi (lunedì) alle 10.
I due assesi, ripartono pieni entusiasmo, dopo la prima edizione “bandiere bel lago”, cercando in questo viaggio anche degli stimoli nuovi. Così racconta Valsecchi: «Un viaggio che ha il sapore dell'esplorazione e che permetterà di riscoprire il nostro lago addentrandosi al contempo in ciò che “scorre” appena più in là. Partendo da Como, in canoa con le 48 bandiere del lago, arriveremo a Lecco per poi procedere nella discesa dell'Adda fino a Cremona, scoprendone le riserve naturali per raggiungere il grande fiume, il Po. Dovremmo incrociare il corso del fiume a Castelnuovo Bocca d'Adda, poco prima che costeggi la città di Cremona. Proseguendo saremo raggiunti anche dalle acque dell'Oglio proveniente dalla Bergamasca, dal lago d'Iseo e dalle acque del Mincio che provengono dal lago di Garda e da Mantova. In quelle acque le bandiere dei Flaghéé sfileranno con tutti i grandi laghi del nord Italia. Proseguiranno poi verso il delta ed il mare Adriatico fino a Venezia. Un gemellaggio vissuto attraverso un viaggio tutto sull'acqua che legherà Como, Lecco, Bellagio e tutti i comuni del nostro territorio con le città di Lodi, Cremona, Ferrara, Venezia e dei paesi che si affacciano sull'Adda e sul Po».
Durante la varie tappe della loro discesa al mare, Valsecchi e Santambrogio, terranno con varie associazioni e gruppi degli incontri per far conoscere il progetto lariano e scoprire al contempo alcune particolarità dei territori che toccheranno nel loro viaggio.

f.angelini

© riproduzione riservata