Venerdì 27 Agosto 2010

Parolario, scoppia la polemica:
«Non fate parlare Dell'Utri»

COMO Due anniversari, due appuntamenti radicati nelle abitudini dei comaschi ma anche di chi raggiunge piazza Cavour da ogni dove, a fine agosto, proprio per prendervi parte. Se ParoLario festeggia i suoi primi dieci anni di vita, la Fiera del libro taglia il traguardo della 58ª edizione: una delle più longeve nel suo genere, una delle manifestazioni più belle con i suoi banchi rigogliosi di cultura, per tutte le tasche, di tutti i generi e di tutti i tipi, dal volume antico al best seller recentissimo senza contare che, anche quest'anno, l'Associazione manifestazioni librarie che organizza la fiera ha allestito anche un banco comune dedicato agli scrittori che saranno presenti a ParoLario. Ecco i librai che partecipano, con qualche novità e qualche gradito ritorno: in ordine alfabetico Andreoli,  Brivio, Dominioni, Graffiti, Lariologo, Libreria dei ragazzi, Melos, Mentana, Meroni, Noseda, Plinio il Vecchio, Scuola steineriana oltre all'Associazione Editori Como. La Fiera del libro, come ParoLario, resterà nel «salotto di Como» da domani fino al 12 settembre, la tensostruttura è aperta al pubblico dalle 10 alle 23 il martedì mercoledì e giovedì, dalle 10 a mezzanotte il venerdì e il sabato, dalle 10 alle 23 la domenica e dalle 15 alle 23 il lunedì. I festeggiamenti per i dieci compleanni di ParoLario, invece, si vedono già a occhio nudo con un nuovo tendone, più capiente, per accogliere un pubblico in costante crescita. «Il tempo» è il tema dominante di quest'anno ma non mancheranno altri argomenti di discussione a cominciare dai ¿focus¿ geoculturali che saranno due: uno dedicato alla cultura e alla letteratura nordeuropea con scrittori autorevoli come Bjorn Larsson, Johan Stenebo,  Kjell Ola Dahl e Hallgrimur Helgason, l'altro, di due giorni (3 e 4 settembre) alla Turchia. Per quest'ultima occasione, oltre a una tavola rotonda sul tema «Scrittori minacciati e sotto scorta, ma la letteratura turca vola», verranno proiettati anche film mai visti in Italia tra cui «Yumurta - Uova alla presenza del regista Semih Kaplanoglu, che ha vinto l'Orso d'oro all'ultima Berlinale.
Questa pellicola sarà proiettata al cinema Astra e non sarà l'unico avvenimento esterno della manifestazione che proporrà tre mostre e incontri anche in biblioteca comunale con il ciclo «Il tempo ferito», nel foyer del Teatro Sociale, l'originale «Doppia spirale, Percorso nelle lettere di Paolo», con la partecipazione straordinaria del vescovo Diego Coletti in San Giacomo, il concerto gratuito di Cristiano De André nel nuovo spazio a lago a Campione d'Italia, una mostra dell'accademia Aldo Galli in Broletto, anche un excursus a Villa del Grumello.
Da registrare l'impennata di polemiche sulla partecipazione di Marcello Dell'Utri, che lunedì alle 18 presenterà a ParoLario i discussi diari inediti di Mussolini (alla cui dubbia autenticità dedichiamo un approfondimento a pag. 46 del giornale di oggi). Dopo il Comitato per la difesa della Costituzione, che ha contestato l'intervento del senatore pidiellino in quanto «condannato in 1° e 2° grado per concorso esterno in associazione mafiosa», ieri anche l'Anpi comasca (Associazione nazionale partigiani d'Italia) si è dissociata dall'iniziativa con un comunicato, poiché teme che l'incontro possa trasformarsi in un'apologia del fascismo.
La Provincia, media partner di ParoLario, seguirà gli appuntamenti giorno per giorno, anche sul portale del quotidiano (www. laprovinciadicomo. it).
Alessio Brunialti

p.moretti

© riproduzione riservata