Sabato 28 Agosto 2010

Al via il Palio del Baradello
Como piomba nel Medioevo

COMO - Ci siamo, anche se è un pronti e via ufficioso. Parte oggi la trentesima edizione del Palio del Baradello, la rievocazione storica che ogni anno propone giochi e spettacoli di oltre ottocento anni fa, capaci di trasformare la città in un grande palcoscenico dall'atmosfera unica e magica, in cui rivivere i momenti salienti della storia di Como.
«Lo spirito è quello di far conoscere il Medioevo e le vicende che in questo periodo storico hanno caratterizzato la nostra città - spiega l'assessore al Turismo Francesco Scopelliti, tra l'altro presidente del comitato organizzatore della manifestazione - per cui ringrazio l'associazione Cavalieri Palio del Baradello per l'impegno organizzativo di quella che considero una risorsa anche turistica della città, che sono certo attirerà migliaia di persone, da qui al 19 settembre.
Tra le novità di questa edizione l'arrivo del gran corteo storico del Barbarossa in piazza Verdi. Per qualcuno questa alternativa a piazza Cavour è una conquista e un arricchimento, per altri ha un nome diverso. In quella data infatti il salotto buono che si affaccia sul primo bacino del lago - ambìto dal Palio che era riuscito a tornarvi dopo anni di occupazione da parte di altre manifestazioni - ospiterà il Moa (Musiconair), iniziativa legata al progetto Musica in rete, che prevede tra l'altro il tentativo di stabilire due guinnes, ossia il complesso di tastiere più grande del mondo e il rotolo di graffiti più lungo del mondo. Il primo atto del Palio, come detto, è ufficioso in quanto si tratta del convivio medievale di Cernobbio, in programma all'oratorio del comune lacustre - tra l'altro vincitore della passata edizione della kermesse medievale - a partire dalle 18.30.
Poi sarà un susseguirsi di sfilate, concerti, feste e giochi popolari (torna la corsa delle oche), gare (la cariolana, la giostra del Saraceno e il tiro alla fune), le visite guidate, la cena medievale sotto il Broletto e tanto altro ancora.
A contendersi l'ambito drappo sono in lizza otto borghi (Camerlata, Tavernola, San Martino, Roggia Molinara, Cortesella, San Fedele, Cernobbio e Brienno). Il nono borgo è Camnago Volta, che alla sua prima partecipazione non gareggerà ma sfilerà nel gran corteo storico. La compagine bianco /viola è composta dagli “Amici del Palio di Camnago Volta, gruppo creato da Roberto Todeschini, vicepresidente vicario della circoscrizione Quattro.
In occasione di questo importante traguardo, verrà dato alle stampe "Comi a.d.1159" il volume con la storia medievale di Como e dei trent'anni del Palio del Baradello, scritto da presidente Giuseppe Reina con introduzione di Livia Fasola.
G. Alb.

a.savini

© riproduzione riservata