Domenica 10 Ottobre 2010

Tempi di crisi: 140 in fila
per tre posti in Comune

COMO Ancora code, nei giorni scorsi, al centro per l'impiego di via De Cristoforis, segno che la crisi è tutt'altro che passata. Mercoledì, allo sportello dei procedimenti riguardanti la Pubblica amministrazione si sono presentati in 140, per soli 3 posti. Il primo in Comune, come operatore ai servizi per l'infanzia (servizio ristorazione scolastica), con contratto a tempo determinato di 6 mesi, tempo parziale di 18 ore la settimana e uno stipendio intorno ai 650 euro mensili; il secondo per la stessa qualifica, ma con contratto fino al 31 ottobre. Di questi 140, ben 85 hanno poi fatto richiesta per la terza posizione, la più allettante in quanto si tratta di un posto a tempo indeterminato (36 ore settimanali) come collaboratore dell'area amministrativa del Comune, riservato ai candidati in possesso di attestato di corso per lavori d'ufficio, conoscenze amministrative e utilizzo del computer. In pratica un impiegato da utilizzare dove c'è bisogno, con uno stipendio iniziale di circa 1100 euro netti al mese. In fila per compilare e consegnare i moduli c'erano disoccupati ma anche occupati provenienti da tutta la provincia, di età compresa tra i 25 e i 50 anni, di cui 65 donne e 20 uomini. Tre, come detto, i fortunati di questo turno, per gli altri 137 c'è l'affannosa scalata alla graduatoria, che implica altre code ed estenuanti attese. Il municipio e il nuovo ospedale, nonostante tutto, si rivelano vere e proprie ciambelle di salvataggio per chi cerca occupazione. Lo scorso mese di settembre il Sant'Anna ha offerto ben 7 opportunità di lavoro (si erano presentati 93 candidati). Ad agosto invece il Comune ha richiesto 46 operatori per i servizi all'infanzia (erano in coda in 112). A maggio infine, per un posto di coadiutore amministrativo al Sant'Anna si erano presentati in 51, mentre in 54 hanno fatto domanda nello stesso periodo per 3 posti di collaboratore dell'area amministrativa a Palazzo Cernezzi. Quest'ultimo impiego era a tempo determinato, il che significa una certa tranquillità per il futuro, che non è poco di questi tempi.
G. Alb.

a.savini

© riproduzione riservata