Sabato 06 Novembre 2010

Catene a bordo obbligatorie
Ecco cosa dovete sapere

COMO «Dal 15 novembre 2010 al 31 marzo 2011, è obbligatorio circolare su tutte le strade provinciali  con speciali pneumatici invernali idonei alla marcia su neve o su ghiaccio; in alternativa, con mezzi antisdrucciolevoli omologati, installati in presenza di precipitazioni nevose»: è il passo centrale dell'ordinanza dell'amministrazione provinciale, firmata dall'ingegner Bruno Tarantola, dirigente del settore e voluta dall'assessore Pietro Cinquesanti per la sicurezza della circolazione, che però confermano: niente multe se c'è il sole. «Non è un'ordinanza punitiva. Ha lo scopo di prevenire i disagi adottando misure individuali contro problemi che danneggiano tutti», l'ha difesa il prefetto Michele Tortora che ieri ha convocato la task force del vasto piano antineve, amministrazione provinciale, Comune di Como, Anas, Società Autostrade, Polizia Stradale ed Aci. Pneumatici invernali: proprio necessari? Il presidente dell'Aci, Riccardo Gelera, con il direttore, Giuseppe Pianura e l'ingegner Stefano Pedalà, con un video ha mostrato come lo spazio di frenatura su neve, ghiaccio e fondo bagnato, frequenti nel clima comasco, diminuisce con le gomme invernali e anche un piccolo margine può scongiurare un investimento di pedone o uno scontro. Su strade trafficate, poi, basta un'interruzione di pochi minuti per provocare code chilometriche; tanto più se mezzo s'intraversa, perché non equipaggiato. Ma non è il caso, piuttosto, di tener le strade pulite? «Abbiamo potenziato i mezzi antineve - ha risposto il direttore di tronco della A9, Gabriele Benedetti - ed aggiunto due frese: la corsia d'emergenza è occupata dai lavori, la neve dovrà essere buttata oltre il new jersey. Ma l'autostrada non può essere utilizzata come accumulo di mezzi pesanti». Per questo, sarà potenziato il dispositivo per impedire ai camion di avanzare verso Como, quando la Svizzera chiude i propri accessi. L'Anas, rappresentata dal responsabile della provincia di Como, l'ingegner Gianluca Pilotti, ha predisposto il piano per la Regina e la Como - Varese e l'amministrazione provinciale, ha illustrato l'assessore Cinquesanti, sui 700 Km delle sue strade, mobiliterà 80 imprese e 70 cantonieri, con una spesa di due milioni di euro. Ma esorta ad equipaggiare anche i mezzi pubblici con pneumatici da neve: «le catene fanno disastri, sgretolano l'asfalto», ha detto ed ha raccomandato di non lasciare andare i camion sulle strade ordinarie. Anche il Comune di Como, ha sostenuto l'assessore Stefano Molinari, ordina agli automobilisti catene e pneumatici invernali, alle imprese spalaneve un numero minimo di mezzi, ad Asf l'equipaggiamento e disporrà spalatori nelle zone pedonalizzate. Ma chiede ai cittadini collaborazione:«spazzino la neve davanti a casa loro, per senso civico», senza prescindere dai risparmi del Comune, se tutti collaborano. «L'anno scorso - ha concluso l'ispettore Polstrada Giampiero Pisani - la situazione è migliorata. Gli stessi automobilisti in panne si sono rammaricati per non aver provveduto alle gomme da neve».
Maria Castelli

a.savini

© riproduzione riservata