Sabato 04 Dicembre 2010

Vigili del fuoco 2010
Più soccorsi stradali

COMO (g. alb.) Ieri, anche al comando provinciale di via Valleggio, è stata celebrata santa Barbara, la patrona dei Vigili del fuoco. La mattinata di festa è iniziata nel piazzale con una invasione pacifica di bimbi, e non poteva essere diversamente visto che i pompieri sono ambasciatori Unicef, ed è poi proseguita con la messa officiata dal vicario episcopale Flavio Feroldi, con la partecipazione dell'orchestra e il coro del Conservatorio. Affollatissimo il capannone di via Valleggio, di effettivi, di volontari, dei loro famigliari e dei rappresentanti delle istituzioni locali con in prima fila prefetto e questore, nonché delle Forze dell'ordine e della società civile. La festa di santa Barbara, oltre che momento religioso, è occasione di aggregazione riflessione e analisi dell'attività svolta nel corso dell'anno, e a parlare sono i numeri, che non sempre danno un'immagine reale di ciò che si è fatto, ma che contribuiscono a individuare e programmare le azioni e i comportamenti futuri per rendere un servizio efficace e vicino al territorio. Solo qualche esempio: sono diminuiti in generale gli interventi, 4006 contro i 4512 del 2009, di cui 881 incendi e scoppi, 294 incidenti stradali con soccorso a persone, 463 tra lavaggi/rimozioni ostacoli/recuperi, 410 soccorsi a persone, 616 danni d'acqua e rifornimenti idrici, 124 fughe di gas, 123 dissesti statici, 126 salvataggi di animali, 34 ricerche di annegati e recupero salme (dato extraprovinciale), 670 interventi vari, 194 interventi non più necessari e 71 falsi allarmi. Significativi anche i numeri della prevenzione incendi, dei servizi esterni, dei corsi di specializzazione e delle istruzioni nelle scuole. «Nel settore delle attività di prevenzione e riduzione del rischio incendi - ha evidenziato il comandante Marisa Cesario nel suo intervento - spinti dall'interesse rivolto al tema dello snellimento della semplificazione e della riduzione dei tempi di risposta, a maggio abbiamo avviato il progetto sperimentale di valutazione diretta della documentazione per il rilascio immediato del parere tecnico, una grossa sfida, se si tiene conto della carenza di funzionari, che ha consentito di dare una risposta in giornata a un terzo delle istanze pervenute. Inoltre stiamo lavorando per una sede nella fascia di confine con la Confederazione elvetica (Uggiate Trevano, ndr). Per quanto concerne poi le risorse logistiche registriamo l'inizio dei lavori della nuova sede del distaccamento dei volontari di Dongo. Inoltre da qualche mese è stato approvato da parte del Dipartimento il progetto predisposto dal comune di Cantù per la nuova sede dei Vigili del fuoco». In conclusione di mattinata la consegna delle croci di anzianità e le simulazioni nel piazzale.

a.savini

© riproduzione riservata