Giovedì 20 Gennaio 2011

Lo spacciatore viaggia sulla Bmw
Blitz della polizia in via Milano

COMO Lo spacciatore arrivava in Bmw. Si fermava il tempo per passare la bustina di droga. E poi ripartiva.
Quei volti legati al mondo della tossicodipendenza che si sono spostati, come in una transumanza, nella zona dei "giardinetti" di fronte all'ufficio postale di via Milano non poteva passare inosservato ai Serpico della sezione antidroga della squadra mobile. I quali si sono appostati. Hanno osservato. Hanno bloccato. Identificato. E, infine, arrestato. In manette, con l'accusa di spaccio di sostanze stupefacenti, è finito Andrea Critelli, 34enne di Como. Il giovane girava per la città a bordo di una Bmw e, questa la convinzione degli uomini della questura, portava la droga a destinazione: il piazzale davanti alle Poste di via Milano.
Erano già alcuni giorni che gli uomini della sezione antidroga stavano svolgendo appostamenti nella zona di San Bartolomeo, per individuare l'anonimo venditore di dosi che aveva attratto in via Milano diversi noti tossicodipendenti. Nel tardo pomeriggio di martedì gli agenti hanno notato una Bmw avvicinarsi all'area davanti all'ufficio postale. A bordo solo l'autista. La vettura si è fermata, è stata avvicinata da una ragazza, che era lì in attesa, la quale ha ritirato qualcosa attraverso il finestrino. Quindi la Bmw è ripartita rapidamente verso Porta Torre. A questo punto gli agenti della squadra mobile si sono lanciati all'inseguimento dell'auto, fermata all'altezza di via Tommaso Grossi. Il 34enne alla guida è stato trovato in possesso di tre dosi di cocaina, tutte confezionate singolarmente e pronte per la vendita, oltre ad alcuni grammi di hashish e materiale per il confezionamento della sostanza stupefacente in dosi.
A questo punto i poliziotti hanno deciso di effettuare un'ulteriore perquisizione nell'abitazione di Critelli. In casa il giovane aveva altri 20 grammi di cocaina, di poche dosi di hashish e, in particolare, un bilancino elettronico di precisione - secondo gli investigatori utilizzata per preparare le dosi di cocaina - ancora sporco di polvere bianca.
Dopo aver sentito il pubblico ministero di turno in procura, Giuseppe Rose, gli agenti hanno fatto scattare le manette ai polsi di Andrea Critelli, ora in cella nel carcere del Bassone con l'accusa di detenzione di stupefacente con finalità di spaccio. Forse già questa mattina, o al massimo domani, il giudice delle indagini preliminari interrogherà il 34enne nell'udienza per la convalida dell'arresto.
È il secondo arresto per spaccio di droga in pochi giorni in città. La scorsa settimana un giovane era stato arrestato a Tavernola: riceveva i clienti a casa e, in cambio di quattro euro, consentiva loro di consumare la droga al sicuro da sguardi indiscreti.

a.savini

© riproduzione riservata