Martedì 01 Febbraio 2011

Un anno in cella al Bassone
come dono di compleanno

COMO Un altro anno da scontare per intero al Bassone, due settimane dopo esserne uscito e alla vigilia del suo ventiduesimo compleanno. Davvero sciagurata la performance da guiness del giovane Luca Vecchiori, casa e famiglia a Villa Guardia, che ieri mattina è comparso davanti al giudice del tribunale di Como per rispondere, con rito direttissimo, di una sfilza di reati commessi poco prima dell'una della notte tra sabato e domenica in città, tra le vie Piave e Castelnuovo, di fronte al Setificio. Secondo quanto ricostruito in aula, il giovane, in stato di evidente e comprovata alterazione alcolica (lo hanno confermato i testi in ospedale) avrebbe attaccato briga con un automobilista, reo non si è ben capito di cosa. Sceso dall'auto, condotta dalla sua fidanzata, Vecchiori si è scagliato contro la macchina dell'altro automobilista, iniziando a colpirla a calci, gridando e invitandolo a scendere. Si è subito formata una lunga colonna di auto, mentre qualcuno ha segnalato l'accaduto al 113. Un minuto più tardi, l'equipaggio di una volante tentava inutilmente di calmarlo. Portato in questura, il giovane - lungi dal calmarsi - ha aggredito gli agenti, colpendoli e insultandoli. Poi è stato rinchiuso in cella di sicurezza dove è rimasto fino a ieri mattina. Al termine del processo è stato riportato al Bassone. Ci resterà un anno. La sua libertà è durata soltanto quindici giorni.

a.savini

© riproduzione riservata