Lunedì 28 Febbraio 2011

L'autostop si fa su internet
E' la nuova fronti del car pooling

COMO Chi non ha mai desiderato ridurre l'inquinamento, trovare meno traffico e magari riuscire anche a contenere i costi per l'uso della propria auto? Da domani per tutti i comaschi sarà possibile testare una nuova piattaforma per condividere in modo semplice e sicuro passaggi in auto. Basterà collegarsi all'indirizzo www. comocarpooling. it, creato dall'associazione «Isola Che C'è» nell'ambito del progetto «Como Car Pooling. Kilometri Kondivisi 2010», in collaborazione con l'agenzia «Urbano Creativo», con esperti del settore (Anna Trentini, per esempio, ingegnere attivo in un progetto di mobilità sostenibile in Francia) e una rete di partner tra cui i comuni della zona Sud di Como e il Gruppo Ferrovie Nord Milano. Con un tratto distintivo rispetto ad altre realtà simili: l'attenzione specifica alla mobilità sul nostro territorio per aumentare la probabilità di condivisione dei passaggi. «Nel 2009 il progetto ha ottenuto un finanziamento dalla Fondazione Cariplo - spiega Magda Morazzoni, responsabile della comunicazione de «L'Isola Che C'è» - Dopo una prima fase d'indagine per capire le abitudini di spostamento, mezzi preferiti, origine e destinazioni degli utenti abbiamo somministrato un questionario con domande aperte per valutare l'interesse rispetto al progetto a 150 persone. Tra i risultati sono emerse due forti fasce di età: il 46% giovani tra i 26 e i 35 anni e il 30% persone tra i 36 e i 45 anni, mentre oltre i 45 anni le percentuali sono basse e non sono state riscontrate differenze significative in base al genere». È stato individuato un bacino privilegiato di utenza nell'area dei comuni a Sud di Como, in quanto zona di transito e per densità abitativa, insieme ad un target specifico. «I pendolari sono il target che farà da traino: coloro che effettuano lo stesso tragitto ogni giorno, con attenzione al percorso da casa alla stazione e ai problemi quali la scarsità dei parcheggi - continua Magda Morazzoni -. Sono previsti focus group per ottenere da loro consigli, ma vorremmo sia testare concretamente la piattaforma, sia organizzare ulteriori focus group con tutti gli utilizzatori: chiunque vorrà contribuire al miglioramento della piattaforma potrà contattare l'associazione durante il mese di marzo». E l'intento è promuovere un sito semplice, sicuro e in grado di tutelare la privacy degli utenti, ma anche di soddisfare le loro esigenze. «Stiamo sviluppando una serie di filtri che permetteranno il cosiddetto matching tra le esigenze del passeggero e dell'autista - illustra la responsabile della comunicazione - inserendo ad esempio una preferenza per compagni di equipaggio fumatori o meno, ma anche viaggi per sole donne». Ci sono infine alcuni dati che rendono la scommessa ancora più interessante: la nostra città è tra le più attive in Italia con 384 offerte di passaggio - preceduta solo da Milano, Roma e Torino secondo la classifica di postoinauto.it, portale nazionale dedicato al car pooling - mentre circa 2.500 persone al giorno, di cui l'8% pendolari, percorrono l'autostrada da Como e Varese verso Milano e viceversa condividendo l'auto, secondo la stima della Società Autostrade per l'Italia. Non a caso, nel 2009, è stato attivato un progetto dedicato, introducendo anche sconti sul pedaggio e un'apposita corsia.
Marina Aiani

a.savini

© riproduzione riservata