Martedì 08 Marzo 2011

Il sipario va a Torino
con la multa dei vigili

COMO Torino chiama per chiedere in prestito il sipario storico del Teatro Sociale di Como da esporre in una mostra dedicata ai 150 anni dell'Unità d'Italia, la Società dei palchettisti sente riecheggiare le note dell'inno nazionale e risponde “signorsì”, ma finisce con l'essere multata dagli inflessibili agenti della polizia locale. Non c'è festa nazionale che tenga per i vigili di Como, che ieri hanno affibbiato una contravvenzione di 159 euro perché le due gru che stavano caricando il sipario sul bilico occupavano più metri quadrati di quelli autorizzati e la laboriosa operazione ha richiesto mezz'ora più del consentito (terminata attorno alle 10.30 e non alle ore 10). Per Como, rimane l'orgoglio di partecipare con un pezzo pregiato alla mostra che dal 17 marzo al 20 novembre si terrà allo spazio espositivo Officine Grandi Riparazioni in corso Castelfidardo a Torino e che verterà sulla storia del nostro Paese nei due secoli passati. Il sipario storico del Teatro Sociale, infatti, è antecedente l'Unità d'Italia: è stato costruito nel 1813 dallo scenografo, architetto e pittore Alessandro Sanquirico (1777 - 1849) e raffigura la morte di Plinio il Vecchio nel 79 d.C. durante l'eruzione del Vesuvio. L'opera, restaurata nel 2008 e 2009, è stata realizzata da colui che all'epoca era considerato uno dei più importanti scenografi esistenti, tanto da contribuire alla realizzazione anche de La Scala di Milano, ed è per tale motivo che è stata richiesta da Torino.
Luca Marchiò

a.savini

© riproduzione riservata