Domenica 05 Giugno 2011

Aggredito da una banda
Proprietario di residence

COMO È finito in ospedale con il naso rotto il giovane proprietario del residence al civico 86 di via Diaz, vittima di un'ennesima, violenta bravata di quattro fracassoni del sabato sera. Il ragazzo, 30 anni, stava rientrando in casa con la fidanzata quando si è accorto di quella banda di ventenni che danneggiava, senza motivo, vasi e arredo urbano lungo la strada. Ha intimato loro di smetterla e di risistemare quel che avevan danneggiato, ottenendo tutt'altro risultato: i quattro giovanotti lo hanno aggredito, malmenato e ferito al naso, salvo poi darsi alla fuga. Tutt'altro che intenzionato ad abbandonare il campo, lui li ha però seguiti, raggiungendoli in piazza Vittoria. Quando la lite stava per riaccendersi, i lampeggianti blu delle volanti li hanno illuminati, riportando la situazione alla calma. Iquattro sono stati tutti identificati e denunciati. Sia per i danneggiamenti lungo via Diaz, sia per le lesioni a carico del trentenne.
Non si è trattato dell'unico episodio di violenza della serata (a parte quello di piazza Perretta di cui diamo conto qui sopra): poche ore prima, due ragazzi sono venuti alle mani all'esterno di un locale in via Grossi, nel primo tratto, vicino a Sant'Orsola. In questo caso, oltre alla polizia, è intervenuta anche un'ambulanza per medicarli entrambi. Uno di loro aveva il volto insanguinato. Gli agenti della squadra volante della polizia, contattati dai titolari del bar, li hanno entrambi identificati. È stata una settimana da dimenticare per quanto riguarda le risse:martedì sera un pestaggio fra stranieri in piazza San Rocco era addirittura degenerato in una sassaiola.

a.savini

© riproduzione riservata