Lunedì 01 Agosto 2011

Ticket sanitari aumentati
Oggi scatta lo sconto

COMO Ticket sulle prestazioni ambulatoriali, da oggi si cambia. Entra in vigore il provvedimento regionale che rimodula gli aumenti introdotti dal governo con la recente manovra economica. Da questa mattina non si pagheranno più 10 euro aggiuntivi su tutte le visite specialistiche e gli esami (la misura era scattata il19 luglio) ma una cifra variabile, proporzionale al valore della prestazione. La stangata resta (la Lombardia deve recuperare 135 milioni di euro, non più garantiti dallo Stato), ma viene "spalmata" in modo diverso. Per le ricette fino a 5 euro, per esempio, si pagherà la stessa cifra prevista prima della manovra, mentre in tutti gli altri casi l'aggravio sarà pari al 30% del valore della ricerca, o poco meno, fino a un massimo di 30 euro per gli esami più complessi.
Altri esempi: l'emocromo fino a metà luglio costava 4,05 euro ed è poi schizzato incredibilmente a 14,05 ma da oggi tornerà alla vecchia tariffa. Una visita cardiologica, che in precedenza costava 22,50 euro e poi è salita a 32,50, da questa mattina costerà 28,50 euro. Un esame del sangue piuttosto comune (con formula leucocitaria), con i dieci euro in più era schizzato a 18,80 euro e ora scende a 10,30 euro. La visita di controllo era passata da 17,90 a 27,90 euro mentre da oggi si assesta a 22.40 euro. Per un'ecografia ginecologica (prima salita da 31,65 a 41,65 euro) adesso si pagheranno 40,65 euro, mentre esami costosi come la risonanza magnetica dell'addome superiore non aumenteranno di 30 euro, perché sopra i 100 euro del valore della ricetta il citato 30% si calcola, appunto, su 100 euro. Resta invariato il ticket sulle prestazioni di Pronto soccorso: 25 euro sui "codici bianchi", zero per tutti gli altri casi.

Leggi l'approfondimento su La Provincia in edicola domenica 1 agosto

a.savini

© riproduzione riservata