Mercoledì 10 Agosto 2011

Sant'Abbondio, poco spazio
La fiera quest'anno si sdoppia

COMO - Fiera di Sant'Abbondio, animali sfrattati da via Regina. Tra meno di un mese, ossia dal 30 agosto al 6 settembre, nell'area della basilica intitolata al santo patrono della città, si terrà l'edizione 2011 della tradizionale Fiera che ogni anno richiama migliaia di visitatori anche da fuori provincia.
La parte alta del complesso però è parzialmente occupata dal cantiere per la ristrutturazione della «Manica lunga» (la futura sede degli studi dei docenti di Giurisprudenza dell'Insubria, che dovrebbe chiudersi a maggio dell'anno prossimo), che non lascia spazio per la cucina e i tendoni del ristorante, al quale - tra l'altro - si deve gran parte del successo della sagra. L'anno scorso il Comune aveva raggiunto un accordo con l'impresa che sta eseguendo i lavori, che aveva "chiuso" per una settimana un cantiere appena all'inizio, e quindi poco invasivo. Quest'anno però il cantiere è entrato nel vivo, costringendo il Comune a fare alcune modifiche sostanziali per quanto riguarda i vari settori della Fiera. Già l'anno scorso, per mantenere la volumetria del ristorante tipico, era stata trasferita la pista da ballo nella parte bassa dell'area. Quest'anno, siccome lo spazio è ancora più ridotto, l'unica alternativa è trasferire sotto anche la cucina e i tendoni. Sopra dovrebbe rimanere solo il mercatino del tipico.
All'appello, a questo punto, manca la Mostra zootecnica - concorso Sant'Abbondio, che il lunedì mattina vede l'area sottostante invasa dai bovini e non solo, e che sarà trasferita nel parcheggio dell'Ippocastano in via Aldo Moro. Per consentire ai visitatori di non perdere nessuno degli appuntamenti, un trenino farà la spola tra l'area dell'Ippocastano e l'area di via Regina.

s.ferrari

© riproduzione riservata