Martedì 27 Settembre 2011

Bruni consegna al vescovo
le chiavi della città

COMO Diritto, legalità, ragione, bene comune, responsabilità. Sono queste le parole scelte dal vescovo, monsignor Diego Coletti, per parlare al consiglio comunale nella serata in cui gli è stata conferita la cittadinanza onoraria. «Como - ha detto - mette sulle vostre spalle il compito di questa sintesi culturale».

Il vescovo è arrivato a piedi con cinque minuti di anticipo rispetto all'orario di inizio della seduta. Ha stretto la mano ad alcuni consiglieri comunali e si è diretto sul banco della giunta. Ha aspettato le 20.45, orario consueto dell'appello. Poi ha ricevuto dal sindaco la cittadinanza onoraria.

Monsignor Coletti, ricevendo la pergamena, ha letto la cittadinanza «come un qualcosa consegnato a quello che rappresento, alla fatica, all'impegno, al servizio educativo, sociale e alla custodia del patrimonio importante che fa la comunità cristiana» e come un modo per rendere più saldo il legame «con la città che ho imparato ad amare e che voglio continuare a servire».

p.moretti

© riproduzione riservata