Sabato 01 Ottobre 2011

Esenti dal ticket a Como
Il modulo che non arriva

COMO - Caos e code infinite agli sportelli dell'Asl. Il motivo? Le nuove modalità di verifica per l'esenzione dal ticket.
Il meccanismo in vigore da due settimane prevede che l'utente non possa più autocertificare il diritto all'esenzione nel momento in cui fruisce della prestazione. Dev'essere invece il medico che prescrive l'esame o la visita a indicare sull'impegnativa l'apposito codice, a patto che il paziente sia in grado di mostrare l'attestato ricevuto via posta dalla Regione. Chi appartiene ad alcune specifiche categorie deve invece recarsi all'Asl e ottenere un documento, se vuole continuare a godere delle agevolazioni.
A complicare ulteriormente le cose, però, è stato un problema che riguarda proprio tutte quelle persone che avrebbero dovuto ricevere a casa la lettera della Regione: la busta è stata spedita - stando alle informazioni raccolte ieri - soltanto ai cittadini che compilano il 730 mentre tutti gli altri, pur avendone diritto, sono rimasti a bocca asciutta. E parliamo di migliaia di persone sul Lario (per lo più pensionati), visto che gli esenti per motivi di reddito sono, in totale, 90mila.
Si spiegano così le mattinate di passione vissute nel distretto Asl di via Cadorna ma anche nelle principali sedi sparse sul territorio provinciale. Chi non ha ricevuto nulla via posta, infatti, non può far altro che recarsi all'apposito sportello dell'azienda sanitaria e consegnare un'autocertificazione: «Il personale è stato potenziato ma non ci sono alternative alla consegna del modulo - spiega il direttore amministrativo dell'Asl, Daniela Bianchi. Possiamo però consigliare agli interessati di scaricare l'apposito foglio dal nostro sito Internet, compilarlo a casa e poi venire da noi». Il sito web di riferimento è www.asl.como.it, sezione "Modulistica".

Leggi sulla Provincia in edicola sabato 1 ottobre le due pagine di sanità

a.savini

© riproduzione riservata