Sabato 29 Ottobre 2011

Altra raffica di incidenti
«Corsia dei bus da abolire»

COMO È trascorso un anno dalla comparsa dell'ormai famigerata corsia preferenziale per gli autobus in via Varesina, nel tratto in discesa verso Camerlata. E si è perso il conto dei sinistri stradali avvenuti, da allora, in quella zona.
C'è stato un incidente costato la vita a un motociclista, ma si sono verificati anche tanti altri scontri meno gravi. Il quartiere si era subito ribellato, parlando di una nuova viabilità «che crea confusione» e i negozianti avevano alzato le barricate per l'addio all'area adibita a parcheggio (le strisce non c'erano ma la sosta veniva tollerata). Dodici mesi dopo, resta la rabbia di chi possiede un'attività proprio lungo quel tratto della trafficatissima strada. E restano - purtroppo - gli incidenti.
L'altro ieri, giovedì pomeriggio, l'ennesimo scontro. Il punto incriminato, ancora una volta, è quello all'altezza di via Della Bastiglia. A scontrarsi sono state due utilitarie, fortunatamente non ci sono state gravi conseguenze per le due persone alla guida (un anziano e una ragazza di 24 anni), ma la polemica ha ripreso vigore. In consiglio comunale, infatti, ad alzare la voce è stato Pasquale Buono (gruppo misto), che ha riportato le lamentele di residenti e negozianti, per poi sottolineare «la situazione di evidente pericolo». In precedenza, anche Donato Supino (Rifondazione) aveva sollevato il problema nell'aula di Palazzo Cernezzi e la Confcommercio aveva definito «irresponsabile» la scelta del Comune.
L'assessore alla Viabilità, Stefano Molinari, ieri ha comunque ribadito che non intende rivedere la decisione.

Leggi l'approfondimento su La Provincia in edicola venerdì 29 ottobre

a.savini

© riproduzione riservata