Sabato 03 Dicembre 2011

Il Pdl apre a Traglio sindaco
Butti: «Pronto a incontrarlo»

COMO - Maurizio Traglio candidato a sindaco di Como? L'idea piace al Pdl. Proprio dal partito che dal 1994 (allora Forza Italia) detiene la maggioranza in città, arriva l'apertura più significativa alla disponibilità a scendere in campo manifestata dall'imprenditore su "La Provincia".
«Apprezzo moltissimo sempre quando qualcuno si mette a disposizione del prossimo - afferma il senatore, e coordinatore provinciale del Pdl Alessio Butti -, a maggior ragione se, come nella fattispecie, si tratta di un imprenditore che non ha nulla da dimostrare, perché le qualità le ha e le ha già dimostrate». «L'impegno non è che debba essere sempre richiesto», aggiunge Butti. Come dire: va bene anche l'autocandidatura. Il dubbio semmai è legato alla volontà di Traglio di schierarsi politicamente, visto che l'imprenditore ha posto come condizione per impegnarsi quella di avere «una squadra di qualità», ma non ha precisato se punti alla lista civica o apra ai partiti.
«Lo conosco e ho anche buoni rapporti. Potrei incontrarlo, ma va da sé che io non rappresento una lista civica - sottolinea Butti -. Non mi permetto di colorare l'imprenditore Maurizio Traglio, ma lui dovrebbe essere più chiaro anche sulla propria collocazione». «Se ci vogliamo incontrare - aggiunge il senatore -, io sono molto disponibile ed entrambi sappiamo come contattarci. Anche se non dovessimo andare d'accordo su qualcosa, credo che sia sempre un'occasione per imparare. Se invece, come mi auguro, andassimo d'accordo, allora deve essere reciprocamente chiaro che io non rappresento me stesso, ma un mondo ed è un mondo che a Como ha un suo peso».
L'attuale alleato del Pdl in Comune, la Lega Nord, non si sbilancia altrettanto. «Nulla da dire sulla persona, ci mancherebbe - afferma Cristian Tolettini, segretario provinciale del Carroccio -. Traglio è un nome valido, ma ce ne sono anche altri nella società civile e ne abbiamo pure all'interno del nostro partito. In questo momento, però, non stiamo ragionando sui nomi ma sulle idee, nonché sulle possibili ed eventuali alleanze». E su queste ultime, ammette Tolettini, «l'indicazione arriverà dai nostri vertici nazionali e federali».

Altre reazioni alla disponiblità di Traglio a scendere in campo su "La Provincia" in edicola oggi (3 dicembre)

p.berra

© riproduzione riservata