Mercoledì 07 Dicembre 2011

Smog, Milano si ferma
Como invece non fa nulla

COMO Smog alle stelle in città per 22 giorni negli ultimi 23. Una situazione pressoché analoga a quella di Milano. Ma l'amministrazione della metropoli ha deciso di bloccare il traffico e chiudere le scuole venerdì e sabato, mentre il Comune di Como per il momento non ha adottato alcuna misura particolare anti inquinamento.
Nessuna novità è arrivata dal sindaco Stefano Bruni, che ha tenuto per sé la delega all'Ambiente dopo le dimissioni dell'assessore Diego Peverelli. Interpellato anche ieri sul tema, il primo cittadino non ha annunciato provvedimenti.
Intanto, i valori relativi alla concentrazione delle famigerate polveri sottili nell'atmosfera restano altissimi in riva al Lario. La centralina dell'Arpa in viale Cattaneo registra dati superiori al tetto massimo di 50 microgrammi per metro cubo d'aria quasi ininterrottamente da metà novembre (c'è stato un unico giorno di tregua, il 25). Le giornate fuorilegge dall'inizio dell'anno sono arrivate a quota 69 (l'Unione Europea ne concede al massimo 35), contro le 42 dell'intero 2010. Numeri da brivido. Così come sono altissimi i valori rilevati negli ultimi giorni, con il record fatto segnare sabato scorso (addirittura 122 microgrammi).
A Palazzo Cernezzi, però, tutto tace. Da Milano, invece, ieri sera è arrivata la conferma della "linea dura". L'assessore alla Mobilità della giunta Pisapia ha infatti portato al tavolo dei sindaci dell'hinterland una proposta che comprende - per le giornate di dopodomani e di sabato - il blocco della circolazione dalle 10 alle 18 e la chiusura delle scuole. Ma anche la proroga del blocco dei veicoli diesel Euro 3 fino al 23 dicembre, il lavaggio straordinario delle strade e l'abbassamento di un grado delle temperature negli edifici pubblici. L'ordinanza verrà firmata oggi, con ogni probabilità (gli altri Comuni hanno bocciato lo stop alle auto).
L'allarme smog, a Como, è approdato anche nell'ultima seduta del consiglio comunale. Il capogruppo del Pd Mario Lucini ha criticato l'immobilismo di Bruni e le sue recenti dichiarazioni (il sindaco aveva definito inutile il blocco del traffico in città aggiungendo che sarebbe servito ben altro, come uno stop a livello provinciale o regionale).

Leggi l'approfondimento su La Provincia in edicola mercoledì 7 dicembre

a.savini

© riproduzione riservata