Giovedì 22 Dicembre 2011

Frode fiscale da 400 milioni
Villa sequestrata a Como

COMO Una frode fiscale da oltre 400 milioni di euro è stata scoperta dal nucleo di polizia tributaria della guardia di finanza di Como, che al culmine di una operazione coordinata dalla Procura della Repubblica di Busto Arsizio, ha sequestrato nelle ultime ore la bellezza di 37 immobili ubicati in sei diverse province, 17 conti correnti, sei depositi titoli, quattro cassette di sicurezza, e nove automezzi, per un valore complessivo di circa 26 milioni di euro.

La formula, introdotta dalla finanziaria del 2008, è quella del cosiddetto "sequestro per equivalente": alle Procure è consentito di rivalersi su beni, mobili e immobili, non direttamente riconducibili alle società coinvolte nelle frodi né al reato, ma comunque nella disponibilità degli indagati. In caso di condanna la confisca diventa, ovviamente, definitiva.

A Como, ieri mattina, la tributaria ha sequestrato una villa in via Torno 12 (potrebbe valere oltre tre milioni) di proprietà di una società bergamasca, la Ghirla srl. In tutto sono 46 gli indagati, pedine, secondo gli investigatori, di una cosiddetta frode "carosello".

p.moretti

© riproduzione riservata