Mercoledì 04 Gennaio 2012

Contro la crisi, meno burocrazia
Il modello è la vicina Svizzera

Creare delle "zone de-burocratizzate" per favorire l'insediamento di nuove imprese in grado di creare occupazione. Tra gli obiettivi anche quello di contrastare la concorrenza della Svizzera che negli ultimi anni ha attratto parecchi investimento grazie al ridotto carico fiscale sugli stipendi e alle corsie preferenziali nel disbrigo delle pratiche garantite agli imprenditori che voglio aprire una nuova azienda oltre confine.
È una delle proposte a cui stanno lavorando Camera di commercio, sindacati e associazioni imprenditoriali in vista della riunione del tavolo per la competitività in programma lunedì 9 gennaio a villa del Grumello che sarà interamente dedicato al manifatturiero comasco e alle difficoltà che sta attraversando.
Due, in particolare, i territori da allarme rosso in questo momento: l'Alto lago e l'Olgiatese.

e.conca

© riproduzione riservata