Mercoledì 04 Gennaio 2012

Accoltella l'amico
Tentato omicidio

COMO Quando i poliziotti lo hanno fermato in piazza Vittoria, a pochi metri dal luogo in cui i volontari del 118 soccorrevano il suo amico steso a terra vicino alla piccola isola pedonale di viale Cattaneo barcollava, in stato di semi trance.
Secondo gli agenti delle volanti, e secondo la Procura che indaga l'uomo per tentato omicidio, non ci sono dubbi che sia proprio lui l'autore dell'aggressione costata il ferimento di un uomo di trent'anni colpito con quattro coltellate pochi minuti dopo le 19 dell'altra sera.
Pensa è stato trasferito al pronto soccorso del Valduce, dove successivamente è stato anche sottoposto a un intervento per ridurre le lesioni, inferte al torace, a un gluteo, all'addome (la più profonda) e a una ascella. Per fortuna le sue condizioni non sono mai state davvero gravi. All'arrivo degli agenti, contattati da un'amica del ferito, Martella si era allontanato soltanto di pochi metri, in direzione di piazza Vittoria, dove è stato ritrovato, barcollante e, come detto, in stato semi confusionale. Era sporco di sangue e con se aveva ancora il coltello, una lama a serramanico anch'essa visibilmente macchiata di sostanza ematica. Nella colluttazione era rimasto a sua volta ferito, sia pure in modo molto più lieve, a una mano. Gli agenti lo hanno ammanettato e trasferito in questura, da dove poi è stato portato in carcere. Resta da chiarire il movente dell'episodio

Leggi l'approfondimento su La Provincia in edicola mercoledì 4 gennaio

a.savini

© riproduzione riservata